Nuova esperienza per Prysmian Group

Lunedì 5 agosto, alle 18.46, Giancarlo Pedote e Anthony Marchand hanno tagliato la linea del traguardo della 48ma edizione della famosa Rolex Fastnet Race.
Il duo a bordo di Prysmian Group, che ha impiegato due giorni e 5 ore per coprire le 608 miglia del percorso fra Cowes e Plymouth doppiando il mitico scoglio del Fastnet, ha concluso in decima posizione una regata che si è essenzialmente decisa durante la prima notte di navigazione. Una notte durante la quale la flotta ha dovuto fare i conti con una transizione lungo le coste inglesi, una zona di vento leggero dalla quale i team hanno cercato di liberarsi al meglio. Purtroppo la scelta di Giancarlo e Anthony di restare al largo non li ha premiati: hanno invece accumulato un ritardo di una quindicina di miglia sui leader. Solo più tardi sono riusciti a sfruttare al meglio il potenziale dell’IMOCA che porta i colori di Prysmian Group e dell’ONG Electriciens sans frontières, al lasco in condizioni di vento fresco, nel tratto fra la punta di Land’s End e il celeberrimo scoglio del Fastnet, nel mare d’Irlanda.

In seguito, grazie a un’ottima scelta di rotta, Giancarlo e Anthony hanno recuperato sulle barche che li precedevano e riuscendo a chiudere in decima posizione, a pochi minuti dal nono.

Sono contento perchè la regata è stata una bella esperienza. Ho imparato molto sulla barca e con Anthony ci siamo trovati molto bene: siamo riusciti a progredire nella navigazione in duo e abbiamo iniziato a prendere le misure della nostra collaborazione in vista della Transat Jacques Vabre. Abbiamo fatto una bella partenza, ma non siamo usciti bene dalla bonaccia. Purtroppo siamo stati noi a segnalare agli altri la zona in cui c’era poco vento. Dovremo riguardare la cartografia a freddo, per fare un’analisi più approfondita. Comunque siamo soddisfatti, siamo contenti delle manovre e di come ci muoviamo in barca uno a fianco dell’altro. Ci siamo trovati in sintonia e pensiamo di poter migliorare ancora.” Ha spiegato il velista oceanico fiorentino, che appena tagliata la linea del traguardo, ha subito iniziato il trasferimento di ritorno a Lorient, suo porto d’attracco, dove dovrebbe arrivare in nottata.

Dopo l’intensa settimana appena trascorsa, e un meritato riposo, Giancarlo e Anthony continueranno la preparazione alla prossima regata in programma, la transatlantica in doppio Transat Jacque Vabre, che partirà il 27 ottobre da Le Havre per Salvador de Bahia, in Brasile.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Optimization WordPress Plugins & Solutions by W3 EDGE