Più di 50 candidature ricevute, 8 start up inserite nel programma di incubazione, 11 nello Star Program, il percorso dedicato alle realtà già sul mercato o in fase più avanzata, oltre 140 ore di business training e mentorship erogate.

Con questi numeri si è chiusa presso la sede di Wylab a Chiavari la seconda edizione di “Nowtilus – Sea Innovation Hub”, incubatore temporaneo nato con l’obiettivo di scoprire e formare i futuri talenti e di lanciare le idee promettenti legate all’innovazione e alle tecnologie relative all’economia del mare e, da quest’anno, con lo spin-off “Back to Nature” dedicato al territorio.

Il progetto è nato l’anno scorso all’interno del Comitato Territoriale Liguria, l’organismo voluto e promosso da Crédit Agricole Italia per supportare la crescita del territorio rafforzando l’interazione con i principali stakeholder. L’iniziativa, patrocinata dalla Regione Liguria con il sostegno del Comune della Spezia, è promossa da Crédit Agricole Italia, Fondazione Carispezia, Wylab e Le Village by Crédit Agricole Milano.

L’appuntamento con il “Club dei partner” è l’ultima tappa di un cammino iniziato nei primi giorni di maggio che ha visto impegnate le start up selezionate in un percorso di incubazione anche grazie all’intervento degli abilitatori del progetto: Bugnion, Ernst Young Italia, Gesta Srl e Leyton.

L’evento ha dato modo alle startup di incontrare gli stakeholder del progetto per avviare contatti e creare sinergie commerciali. Il premio di 5.000 euro di Nowtilus è stato assegnato ad OutBe, start up che vuole sviluppare una piattaforma per connettere in un ecosistema amanti dell’outdoor, scienziati, aziende per vivere e conoscere meglio la natura e l’oceano.

Hanno preso parte all’evento di networking Blue Eco Line, start up che ha sviluppato un sistema di monitoraggio dei rifiuti fluviali e un’installazione per la raccolta della plastica direttamente dai fiumi; Boatsandgo, che ha sviluppato una piattaforma innovativa di metasearch che confronta i prezzi e le offerte fornite da diversi siti di prenotazione di barche online; E-ssence, che si pone l’obiettivo di creare una flotta di barche in fibra di carbonio con motore elettrico per offrire un servizio di electric boat sharing accessibile, sostenibile e alternativo; Elnav la prima soluzione tecnologica al problema di un monitoraggio insufficiente della comunicazione tra timoniere e pilota o navigator a bordo di navi; Foodinghy, il primo food delivery per la nautica sia in porto che in rada; Gerrisboats, progettista di una piattaforma scafo a configurazione variabile, pensata e ottimizzata per una nuova generazione di imbarcazioni full-electric; inNavi, un marketplace che aiuta i turisti a costruire la propria vacanza in barca completa con pochi click; Messagenius, la messaggistica per comunicazioni on-shore e on-board tra impiegati, crew, staff ed eventualmente ospiti; Mr. Dee Still, il primo shoppable magazine del mondo degli spirits; Northern Light Composites, sviluppatrice di un composito riciclabile per risolvere le problematiche legate al fine vita dei manufatti in vetroresina; Tigle, marketplace che aiuta i piccoli produttori del settore agroalimentare a vendere all’estero i propri prodotti di eccellenza, oltre alla già citata OutBe.

Quotes

Isabella Strada, Ecosystem & Innovation Manager di Le Village: “Le Village by CA Milano fa capo a un ecosistema che dà supporto all’innovazione e siamo stati felici di mettere a disposizione le nostre risorse anche quest’anno per sostenere Nowtilus, progetto che crea opportunità e valorizza le aziende innovative. Supportiamo la crescita del territorio nel pieno spirito ‘collaborare per innovare’”.

Andrea Riva, Responsabile dell’Area Capital Market & Open Innovation di Crédit Agricole Italia“Con il Club dei Partner Day si conclude il secondo anno del Nowtilus, un progetto che in queste due edizioni è riuscito a generare idee imprenditoriali innovative, di qualità e a cui fin da subito hanno preso parte con sempre maggiore coinvolgimento i nostri partner. Crediamo nelle nostre capacità di fare squadra per la crescita, e abbiamo voluto estendere questo paradigma al Sea Innovation Hub, dove istituzioni, mondo accademico, abilitatori, corporate e soprattutto start up, si sono uniti per costruire insieme, su una base comune di valori, una collaborazione concreta e di successo.”

 

Stefano Tambornini, direttore di Wylab: “Siamo contenti di essere arrivati al momento conclusivo di questo percorso che ha visto coinvolte start up già mature e che ha messo le basi per creare un ecosistema legato all’economia del mare. Il Mediterraneo intercetta il 20% del traffico marittimo globale e gestisce il 27% delle rotte commerciali di container, è una chiave di sviluppo fondamentale per il territorio ligure. Anche in questa edizione abbiamo notato grande fermento, tante idee innovative e di valore. Ringrazio le aziende partner che ci hanno sostenuto, mettere in contatto start-up e realtà aziendali consolidate è uno degli obiettivi strategici di Nowtilus”.

 

Andrea Corradino, Presidente della Fondazione Carispezia: “Questo secondo anno di Nowtilus Sea Innovation Hub ha rafforzato ancora di più la sinergia tra soggetti diversi – Fondazione, Crédit Agricole Italia, istituzioni, enti e aziende – con l’obiettivo comune di ricercare e supportare le giovani idee imprenditoriali. Il percorso guidato in questi mesi da Wylab ha permesso di accompagnare ulteriori giovani e promettenti start up nella sfida di realizzare progetti nuovi e innovativi, in grado di contribuire alla crescita del nostro territorio.”

I partner

I partner Partner istituzionali dell’iniziativa sono: Regione Liguria, Comune della Spezia, Camera di commercio di Genova, Camera di commercio delle riviere di Liguria, Confindustria Liguria, Confindustria La Spezia.

 

Gli abilitatori sono: Bugnion, DIH Digital Innovation Hub, Ernst Young, Gesta Srl, IIT Istituto Italianodi Tecnologia e Leyton, Università degli Studi di Genova, Promostudi La Spezia.

Le aziende sostenitrici che formano il Club dei Partner: Euroguarco, Eurocolor 2000, San Lorenzo Yacht, Canarbino, Costa Crociere Foundation, Gruppo Duferco, Gruppo Laghezza, Rina, Gruppo Cosulich, Santagata, Zangani, Mitilicoltori Spezzini, Yachline1618.

I promotori

 

Crédit Agricole Italia

Il Gruppo Crédit Agricole, tra i primi 10 gruppi bancari al mondo con 11,2 milioni di soci, è presente in 47 Paesi tra cui l’Italia, suo secondo mercato domestico. Qui opera con tutte le linee di business: dalla banca commerciale, al credito al consumo, dal corporate & investment banking al private banking e asset management, fino al comparto assicurativo e ai servizi dedicati ai grandi patrimoni. La collaborazione tra rete commerciale e linee di business garantisce un’operatività ampia ed integrata a 5,3 milioni di clienti attivi, attraverso 1.600 punti vendita e oltre 17.000 collaboratori, con un crescente sostegno all’economia pari a 95 miliardi di euro di finanziamenti.

Il Gruppo è formato, oltre che dalle banche del Gruppo Bancario Crédit Agricole Italia, anche dalle società di Corporate e Investment Banking (CACIB), Servizi Finanziari Specializzati (Agos, FCA Bank), Leasing e Factoring (Crédit Agricole Leasing e Crédit Agricole Eurofactor), Asset Management e Asset Services (Amundi, CACEIS), Assicurazioni (Crédit Agricole Vita, Crédit Agricole Assicurazioni, Crédit Agricole Creditor Insurance) e Wealth Management (Indosuez Wealth Management in Italia e CA Indosuez Fiduciaria).