La voglia di mare e di barca è tanta, e, fra le varie possibilità, il charter è decisamente una soluzione interessante. In una situazione in cui le cose cambiano di giorno in giorno, è difficile fare previsioni anche per il futuro più prossimo, come ad esempio quello dell’estate e delle vacanze che aspettiamo tutti con grande ansia. Difficile al momento dire come sarà la nostra estate. Le cose cambiano di giorno in giorno, ma di sicuro saremo più liberi anche se non potremo dire di aver archiviato il problema. Perché “lui” c’è, c’è ancora, quindi determinate precauzioni andranno sempre tenute presenti anche nelle nostre future vacanze. Andranno evitati assembramenti, frequentati a stretto contatto solo familiari conviventi o comunque persone note e di certificata salute, cercati ambienti salubri e lontani da possibili contaminazioni, e vivere preferibilmente esperienze che ci riportino quel senso di libertà e di contatto con la natura che abbiamo dovuto sacrificare in questi mesi: praticamente il ritratto di una vacanza in barca. Ma se la barca non ce l’hai? E se hai un gommone per grande che sia ma ti piacerebbe fare una crociera di un paio di settimane? E se la barca ce l’hai a Venezia e vorresti scoprire le meraviglie della costa sarda? Tante domande una sola risposta: il charter. Noleggiare una barca è una soluzione che si va sempre più diffondendo, e non a caso, poiché offre una quantità di plus e decisamente pochi minus.

Il charter è al fuori delle vostre possibilità?

Dipende. Se siete una coppia e volete affittare per due settimane uno yacht a motore di 18 metri necessariamente con equipaggio, la vacanza vi costerà sicuramente più di un albergo a cinque stelle. Se però siete due coppie di amici e noleggiate una barca a vela di dieci metri dividendovi le spese, spenderete di certo meno che in un buon albergo e vi divertirete sicuramente molto di più. charterNon credete di avere le capacità per gestire autonomamente un’imbarcazione? Poco male. Non solo, volendo, potreste noleggiare una barca con skipper, ma, per rendere le cose ancora più semplici ed economiche oltre che più divertenti, potreste programmare una vacanza in “flottiglia”. In altre parole gruppi di barche gestiti da una barca-madre con a bordo un valido skipper, che viaggiano di conserva guidate e assistite da personale di grande esperienza.

Leggi tutto l'articolo

Abbonati



Per leggere l'articolo acquista un abbonamento a Nautica Online