Una barca a vela con gli spazi di uno yacht a motore e le prestazioni di un racer. E, quando si ammainano le vele, due propulsori che spingono fino a 18 nodi. Awake “L’idea è stata quella di superare il concetto di motorsailer, ossia di un compromesso fra vela e motore che non era in grado di soddisfare pienamente le esigenze degli armatori che cercavano comodità e prestazioni difficilmente raggiungibili”: un’idea precisa, quella che aveva in mente Nicola Praticò, proprietario degli storici Cantieri Navali Mostes di Genova, che ha dato vita ad uno studio cha ha dimostrato di poter tradurre una visione in un progetto. Awake

Leggi tutto l'articolo

Abbonati



Per leggere l'articolo acquista un abbonamento a Nautica Online