AZIMUT YACHTS A MIAMI CON TRE PREMIERE AMERICANE E 21 BARCHE IN ESPOSIZIONE

Nautica Editrice
Scritto da Nautica Editrice

Azimut Yachts partecipa anche quest’anno al Miami Yacht Show dove esporrà tre anteprime americane, di cui due della linea Grande, regina della gamma: il Grande 27METRI, premiato ai World Yachts Trophies come “Most Achieved Trophy” nella categoria dagli 80′ ai 125′ e il Grande 35METRI, portabandiera della collezione che ha ottenuto quattro prestigiosi riconoscimenti internazionali. La terza prèmiere è l’Azimut 60, un 18 metri dalle linee slanciate, aggressive e accattivanti.

Protagoniste degli stand Azimut Yachts al Salone americano, in programma dal 15 al 19 febbraio, saranno i due gioielli della collezione Grande che tanto successo e riconoscimenti internazionali hanno riscosso negli ultimi mesi.

Il Grande 27METRI, disegnato da Stefano Righini, è un superyacht wide body dal concept unico, che armonizza perfettamente le linee filanti dell’esterno con volumi interni senza confronto nel proprio segmento. La prua verticale e le ampie finestrature a tutta altezza, che salgono dallo scafo alla sovrastruttura, gli regalano un carattere sportivo e graffiante e ne costituiscono il segno grafico distintivo. Il Main Deck ospita la cabina armatoriale e offre la possibilità di avere cinque cabine, caso pressoché unico su imbarcazioni di queste dimensioni.

L’impiego esteso della fibra di carbonio – usata per hard top, roll-bar, Flydeck, sovrastruttura e specchio di poppa – ha consentito di aumentare gli spazi senza incrementare il peso e garantire migliori prestazioni e grande comfort. Gli spazi conviviali e privati sono infatti molto generosi.

Gli arredi sono opera di Achille Salvagni e si distinguono per le geometrie sinuose che valorizzano contrasti cromatici e materici. I mobili sono pezzi unici, disegnati e realizzati su misura da esperti artigiani.

La carena è a spigolo planante (Hard Chine) di tipo “Deep V”, testata in vasca al Brodarsky Institute di Zagabria; lo scafo è progettato secondo i più alti standard costruttivi di mercato ed è motorizzato con due MAN V12 da 1.900 hp ciascuno, per una velocità massima stimata di 27 nodi e una di crociera di 24 nodi. L’autonomia a 12 kn supererà le 800 miglia nautiche.

L’imbarcazione presenta soluzioni tecniche di ultima generazione individuate dall’Innovation Lab di Azimut nell’ambito del programma ECS – Enhanced Cruising Solutions, per offrire la migliore gestione dello yacht: dall’Electronic Power Steering, il sistema di timoneria elettronica, all’Active Trim Control, che consente di garantire l’assetto migliore in ogni momento della navigazione. Il sistema di controllo e monitoraggio integrato è della Naviop.

Azimut Grande 35METRI, al suo debutto sul mercato americano, negli ultimi mesi ha ottenuto ben quattro riconoscimenti a livello internazionale. L’ultimo è stato il “Best New Production Yacht Design”, nell’ambito dei Boat International Design & Innovation Awards 2018.

Introdotto sul mercato a settembre 2017, il 35 è il più grande yacht realizzato finora dal cantiere e, grazie alla tecnologia della fibra di carbonio e all’abile mano di Stefano Righini che ne ha disegnato le linee esterne e realizzato il concept, offre soluzioni inedite per una barca di questa metratura.

Il profilo è quello di una Wide Body RPH (raised pilot house) con un design esterno filante caratterizzato dalle finestrature a tutta altezza di dimensioni eccezionali. Unica nel suo genere l’opzione di aggiungere un ulteriore Sundeck di quasi 30 metri quadrati, posto su un terzo livello e accessibile da poppa dell’Upper deck, una soluzione che riesce a integrarsi perfettamente nel profilo, mantenendo inalterato l’equilibrio di vuoti e di pieni e preservando la dinamicità del modello. Tutta la sovrastruttura e l’hard-top sono realizzati in pura fibra di carbonio, alternato alla resina epossidica.

Con una larghezza massima di 7,5 metri, il Grande 35METRI presenta i connotati di un superyacht di misure ancora superiori, come il garage posto lateralmente per contenere un tender da 5 metri più jet-ski da 3,25 metri, che lascia la poppa completamente libera e, grazie alla grande piattaforma bagno pivotante, permette di ottenere una magnifica beach area di 12 metri quadrati. Una seconda zona lounge o beach club si trova inoltre a prua. La prua trapezoidale consente di avere un piano di calpestio molto ampio per dare maggior comfort all’intera area.

Gli interni sono opera di Achille Salvagni e alternano essenze opache e materiche ad altre più scure e lucide, con alcuni inserti in materiali esclusivi come l’ottone trattato, il bronzo e l’acciaio lucido.

Il Main deck ospita la suite armatoriale, dove il grande letto è l’elemento centrale e perno di rotazione dell’intero spazio. Fiore all’occhiello di questa cabina è una terrazza privata unica, che non ha eguali sul mercato dei 35 metri. La porzione della finestratura a tutta altezza con telaio in fibra di carbonio si abbassa perpendicolare alla falchetta, mentre da sotto il pavimento della cabina fuoriesce il piano del terrazzo protetto da candelieri che escono automaticamente a pop up: nasce così un esclusivo Instant Balcony.

Sottocoperta ci sono quattro cabine ospiti, due vip con letto matrimoniale e due a letti gemelli. Una scala elicoidale unisce tutti i ponti, dal Lower deck alla timoneria, con scalini aerei in pietra di onice retroilluminata.

La carena D2P_Displacement to Planning®, progettata da Pierluigi Ausonio con il centro Ricerche e Sviluppo Azimut Benetti, unisce le caratteristiche di comfort tipiche di un dislocante alle prestazioni di una imbarcazione planante, ed è accoppiata al bulbo prodiero wave piercer, consentendo un incremento di efficienza in navigazione.

I due motori MTU 16V2000 M93 di 2.400 cavalli ciascuno garantiscono una velocità di crociera di 21 nodi e una massima di 25,5 nodi.

La terza e ultima anteprima americana è l’Azimut 60, un 18 metri firmato sempre da Stefano Righini, le cui linee esterne sono caratterizzate dalla prua verticale e dalle ampie finestrature della tuga, che sul lato dritta diventano a tutta altezza conferendo una visuale spettacolare sul mare, grazie al ribassamento della falchetta in corrispondenza del salone. Le numerose aree relax, tra cui una lounge di prua, offrono isole di privacy uniche su una barca di queste dimensioni.

Gli arredi interni ed esterni, dominati da linee fluide, sono opera di Achille Salvagni, che ha scelto materiali molto ricchi e ha prestato la massima attenzione a dettagli e finiture. Si alternano tre essenze: rovere spazzolato color sabbia scuro e legno Tai a poro chiuso color perla, impreziositi da finiture in massello di Mogano con trattamento 100 gloss e fasce di ottone e acciaio cromato. L’illuminazione è affidata a luci realizzate su disegno di Salvagni e sul Main deck sono predisposti sei diversi scenari di luce. Il layout prevede tre cabine e tre bagni.

L’imbarcazione presenta soluzioni tecniche di ultima generazione mentre i motori sono due Man da 800 mHP i6 o, in alternativa due Volvo D13 da 900 mHP ciascuno, per una velocità massima di 31 nodi.

 

Azimut Yachts sarà al Miami Yachts Show, 15 – 19 febbraio

Stand EX-6, Collins Ave. / Stand 641, Virginia Key

 

AZIMUT YACHTS AL MIAMI YACHT SHOW 2018

 

Collins Ave. Space dock EX – 6 Virginia Key – Stand 641
Collezione Grande

Grande 27METRI – US PREMIERE

Grande 30METRI – US PREMIERE

Grande 35METRI

 

Collezione Atlantis

Atlantis 43

Atlantis 50

Collezione Flybridge

Azimut 42 Fly

Azimut 50 Fly

Azimut 54 Fly

Azimut 60 Fly – US PREMIERE

Azimut 66 Fly

Azimut 72 Fly

 

Collezione Flybridge

Azimut 50 Fly

 

Verve

Verve 40

 

Collezione S

55 S

77 S

S7

 

 
Collezione Magellano

Magellano 43

Magellano 53

Magellano 66

 

 
Collezione Atlantis

50 Atlantis

 

 
Verve

Verve 40

 

sull'autore

Nautica Editrice

Nautica Editrice

Lascia un commento

Optimization WordPress Plugins & Solutions by W3 EDGE
Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla Newsletter

Potrai essere aggiornato su tutte le novità sul modo della Nautica.

Grazie la tua iscrizione è andata a buon fine.