Fondata da Alessandro Occhilupo nel 2019, la Occhilupo Yacht&Carbon è una start up nata con l’intento di proporre sul mercato imbarcazioni sviluppate con le soluzioni costruttive più avanzate provenienti dal mondo delle supercar e da quello aerospaziale. La giovane realtà si compone di progettisti con esperienze nei settori automotive, militare e spaziale, i quali hanno raggruppato tutto il loro know how nella progettazione di questo Superbia 28, imbarcazione di nicchia che fa dell’esclusività il suo punto di forza. L’intera struttura è realizzata in fibra di carbonio attraverso la tecnica dell’infusione sottovuoto con resina epossidica e il peso contenuto ha permesso di ottenere una velocità massima di 48 nodi con due fuoribordo da “appena” 200 HP. E proprio in virtù di queste doti di leggerezza e robustezza, la barca si presta alle più disparate soluzioni motoristiche. Sono infatti allo studio sia motorizzazioni più prestanti che possano far raggiungere al 28 piedi i 60 nodi di velocità, ma anche soluzioni “green” con unità elettriche che permettano di navigare in maniera sostenibile con alterazioni marginali sulle prestazioni.

Leggi tutto l'articolo Abbonati

Per leggere l'articolo acquista un abbonamento a Nautica Online