In breve:

In occasione della giornata nazionale degli alberi, che si celebra oggi 21 novembre, Suzuki e i suoi Concessionari auto, moto e marine hanno messo a dimora i ciliegi giapponesi in tutta Italia.
– Cresce così il “Bosco Diffuso” iniziato da Suzuki in Italia nel 2021 che arriva a superare i 540 Sakura.

In occasione della Giornata Nazionale degli Alberi, Suzuki Italia e tutta la Rete Ufficiale Suzuki, hanno sostenuto il progetto, nato nel 2021, di creare un “Bosco Diffuso” di ciliegi giapponesi “Sakura” in tutta Italia.
I 248 Concessionari di Auto, Moto e Marine hanno aderito impegnandosi nel piantare almeno un albero di ciliegio in ogni città.
Suzuki Italia, per celebrare la giornata, ha piantato, con l’aiuto degli studenti, 2 nuovi alberi di ciliegio Sakura, gli alberi di ciliegio tanto ammirati e amati in Giappone, sede di Suzuki Motor Corporation, nella Scuola Media “S. Allende” di Robassomero presso Torino, Comune che ospita il quartier generale della filiale italiana della casa giapponese.

All’evento hanno partecipato la Sindaca di Robassomero Rosalia Mangani, la Dirigente Scolastica Maurizia Bianco e il Presidente di Suzuki Italia, Massimo Nalli, che ha colto l’occasione per spiegare agli alunni presenti il progetto del Bosco Diffuso e l’impegno di Suzuki nel preservare la natura e il pianeta con atti concreti.
Il bosco diffuso Suzuki tocca così le 540 unità, aiutando ad abbattere le emissioni di CO2 presente nell’aria per un totale di circa 8.040kg di CO2 all’anno.

L’impegno di Suzuki per l’ambiente
Suzuki si impegna per contribuire a consegnare alle generazioni future un pianeta sano e una società prosperosa.
A livello mondiale, Suzuki Motor Corporation definisce un piano di sostenibilità ambientale e con la Suzuki Environmental Vision 2050, fissa una strategia per ridurre del 40% la CO2 emessa dai veicoli Suzuki entro il 2030 per poi crescere al 90% di riduzione entro il 2050.

Questa strategia si riflette in Italia in un programma di iniziative concrete legate al miglioramento della vita dei propri Clienti e dei potenziali Clienti come:

  • Suzuki Save the Green, giornata dedicata alla pulizia e alla bonifica di territori deturpati da rifiuti e restituiti alla collettività,
  • la partecipazione ai progetti Suzuki Clean up the World per la pulizia e la salvaguardia delle coste e degli ecosistemi marini,
  • Azioni concrete nella gestione aziendale che mirano a sensibilizzare i dipendenti e le loro famiglie a stili di vita più ecologici e sostenibili, incentivando comportamenti virtuosi come la raccolta differenziata, l’utilizzo responsabile dell’energia e il riciclo.
  • la partecipazione con tutti i 248 concessionari italiani all’iniziativa di Radio 2 “M’illumino di meno”;
  • Il sito https://www.suzuki.it con la funzione “sleep”, che “addormenta” la pagina quando non utilizzata, diminuendo l’energia richiesta al dispositivo connesso al sito.

Suzuki, tradizione e innovazione dal 1909
Suzuki Motor Corporation è un costruttore di automobili, motocicli e motori fuoribordo. Suzuki nasce nel 1909 da un’idea imprenditoriale di Michio Suzuki, che, nella cittadina di Hamamatsu, in Giappone, costruisce uno stabilimento per la produzione di telai tessili. Nel 1920 il laboratorio Suzuki Loom Works diventa Suzuki Loom Manufacturing Co, e nel 1952 viene introdotta la prima bicicletta motorizzata, la Power Free. Nel 1954 Suzuki diventa Suzuki Motor Corporation Ltd e nel 1955 nasce Suzulight, la prima automobile, seguita nel 1965 dal primo motore fuoribordo, il D55. Nel 1970 debutta Jimny LJ10, il primo 4×4 e nello stesso anno appare il mini MPV Carry L40V, 100% elettrico.
Da allora in avanti, l’attività industriale nei differenti settori ha proseguito il suo incessante cammino di crescita puntando su tecnologia, affidabilità, design e innovazione.