Tre vari in una settimana per Sanlorenzo

Daniele Carnevali
Scritto da Daniele Carnevali

A un mese dal lancio del primo Sanlorenzo di 52 metri, il 52Steel Seven Sins che ha definitivamente sancito anche il battesimo dell’imponente sito produttivo di La Spezia – sede della divisione Sanlorenzo Superyacht – continua la stagione dei vari in vista dell’estate anche presso le altre due sedi, Ameglia e Viareggio.

In soli cinque giorni, il cantiere ha messo in acqua 3 imbarcazioni di oltre 24 metri di lunghezza, tutte costruite su misura secondo le richieste e lo stile del proprio armatore, come ogni Sanlorenzo dal 1958:

  • SL86 Taiji: motoryacht planante in vetroresina di 26.76 metri, il nono modello venduto dal debutto del primo SL86 nel 2015, e primo Sanlorenzo per il suo armatore francese.

SanlorenzoSL86-Taiji

  • SL96 Francamarina: motoryacht con scafo planante di 29.10 metri di lunghezza per un armatore italiano, che ha celebrato il momento del varo con famiglia, amici e le maestranze del cantiere

SanlorenzoSL96-Francamarina

  • SD126 Y4H: superyacht in vetroresina semidislocante di 38 metri di lunghezza realizzato per il suo armatore tedesco, già cliente Sanlorenzo.

SanlorenzoSD126-Y4H

Il cantiere attualmente conta su 3 siti produttivi (Ameglia, Viareggio e La Spezia) e su una gamma di modelli suddivisi in 4 linee: la linea SL (da 25 a 37 metri), la linea SD (da 28 a 34 metri), la nuova linea SX che debutterà al Cannes Yachting Festival 2017 e Sanlorenzo Superyacht, da 40 a oltre 60 metri di lunghezza.

sull'autore

Daniele Carnevali

Daniele Carnevali

Classe ’81, giornalista professionista approdato nella redazione di Nautica nel 2003. Appassionato di barche a vela e a motore, nel tempo libero si diletta a veleggiare a bordo del suo Fireball.

Lascia un commento

Optimization WordPress Plugins & Solutions by W3 EDGE
Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla Newsletter

Potrai essere aggiornato su tutte le novità sul modo della Nautica.

Grazie la tua iscrizione è andata a buon fine.