Sebbene l’ultima novità in casa Nuova Jolly sia stata presentata al Nautico di Genova con una una vistosa motorizzazione, che infatti ha particolarmente attirato l’attenzione del pubblico, ciò che ha reso importante il debutto della nuova ammiraglia del cantiere lombardo è lo sforzo progettuale e costruttivo che ne ha permesso la realizzazione.Non si tratta infatti di un semplice incremento quantitativo, basato su lunghezza e potenza, quanto piuttosto di un concetto innovativo che potrebbe aprire la strada a nuove prospettive.

Leggi tutto l'articolo

Abbonati



Per leggere l'articolo acquista un abbonamento a Nautica Online