Il nuovo impianto Yamaha Marine Precision Propeller (YPPI) di Greenfield – unico produttore di eliche in acciaio inossidabile per fuoribordo Yamaha negli Stati Uniti – ha raggiunto la piena capacità di produzione quest’estate. L’avanzato impianto di produzione e la fonderia utilizzano una robotica all’avanguardia per ridurre significativamente i tempi di produzione e aumentarla di oltre il 67%. Ciò consentirà a YPPI di consegnare ogni anno più di 100.000 eliche ai clienti.

 

Lo stabilimento YPPI di Greenfield ora ospita l’intera attività di fusione delle eliche, mentre la sede di YPPI a Ritter, Ind. fungerà da impianto di post-fusione e finitura dell’azienda costruttrice. YPPI è una delle uniche due fonderie per eliche marine negli Stati Uniti e una delle più grandi fonderie di fusione dell’acciaio inossidabile al mondo.

“È bello arrivare finalmente a pieno regime nello stabilimento di Greenfield”, ha detto Batuhan Ak, Plant Manager di YPPI Greenfield. “Le eliche fanno parte dei sistemi integrati di cui le imbarcazioni hanno bisogno oggi e il nuovo stabilimento ci offre l’opportunità di sfruttare tecnologie di produzione più efficienti, che aumentano la qualità riducendo i costi”.

Come fonderia del gruppo, YPPI è in una posizione unica per soddisfare rapidamente la domanda del mercato. Mentre altri produttori che si affidano a fornitori esterni stanno risentendo di tempi di produzione raddoppiati e triplicati, l’investimento di YPPI nello stabilimento di Greenfield ha contribuito a soddisfare la domanda in modo più puntuale.

“Yamaha ha costruito l’impianto di Greenfield pensando ad amplificare ulteriormente la capacità produttiva, non solo per soddisfare la domanda di oggi, ma anche per il futuro”, ha detto Ak. “In qualità di clienti chiave di molti fornitori di prodotti made in USA, siamo stati in prima linea nel ricevere le materie prime che ci servivano per stare al passo con la produzione.”

Per ottenere livelli più elevati di efficienza e una maggiore produzione, il team YPPI ha introdotto nuove tecnologie nel processo produttivo, tra cui un nuovo sistema di fusione oltre a livelli più elevati di automazione, ovvero la lavorazione robotica. La robotica ha generato la necessità di investire in nuovi ruoli tecnici a supporto delle apparecchiature e della tecnologia.

“Molti arrivano alla conclusione che l’introduzione della robotica nel processo di produzione riduce drasticamente i posti di lavoro; questo è il contrario di quello che abbiamo sperimentato con la nostra espansione”, ha detto Ak. “Non solo abbiamo mantenuto tutti i nostri dipendenti, ma abbiamo aggiunto nuove posizioni per tecnici altamente qualificati, che abbiamo cresciuto e formato all’interno del nostro team. Il nostro personale per il nuovo stabilimento è aumentato in numero complessivo, grazie all’introduzione di nuove competenze. Ora i nostri dipendenti guadagnano di più, mentre l’azienda aumenta l’efficienza e la produzione: è una vittoria per tutti”.

I dipendenti YPPI hanno tratto vantaggio nello sviluppare competenze specialistiche direttamente trasferibili in altri settori produttivi. Uno degli obiettivi era migliorare gli standard qualitativi dei dipendenti YPPI attraverso un adeguamento dei salari, ora molto più competitivi e in grado di garantire uno stile di vita confortevole.

“La componente più forte e preziosa della carriera fatta in YPPI è la nostra cultura”, ha continuato Ak. “Non siamo una azienda manifatturiera tradizionale. Abbiamo a cuore i nostri dipendenti. Siamo Yamaha, con un feeling quasi “familiare” nei confronti di chi lavora con noi. Investiamo nel nostro personale, offrendogli l’opportunità di crescere e imparare lungo la strada”.

Il gruppo ha iniziato i lavori dell’edificio di circa 17.000 metri quadrati su 2.000 dei circa 11.000 ettari di terreno nel luglio del 2019. Yamaha prevede di ampliarsi ulteriormente in futuro.

“La nuova fonderia rappresenta solo la prima fase di un progetto di sviluppo a Greenfield”, ha detto Ak. “Ogni fase supporterà ulteriormente la mission di Yamaha Marine di essere leader nei sistemi integrati per imbarcazioni e natanti, per consentire ai clienti di vivere esperienze in mare con il massimo comfort e quindi sempre più soddisfacenti”.

Eliche YPPI: La maestria artigianale produce prestazioni eccezionali sull’acqua

Lo sapevi che i processi di produzione dell’elica YPPI e le variabili fondamentali sono simili a quelli dell’industria aerospaziale? La funzionalità corretta delle pale della turbina del motore a reazione è fondamentale per la sicurezza del pilota e dell’equipaggio. I team YPPI richiedono lo stesso livello di precisione e controllo della geometria delle pale quando si tratta di produrre eliche marine.

Mentre altri produttori utilizzano un processo di progettazione standard per produrre, le eliche YPPI si adattano al 100% alle specifiche di progettazione di ogni modello, per garantire sempre prestazioni eccellenti in acqua.

Aumentando il livello di automazione attraverso la nuova robotica dello stabilimento di Greenfield si riduce la probabilità di variabilità nel processo di fusione, aumentando intrinsecamente la qualità del prodotto e dell’elica.

Il team YPPI gioca il ruolo più importante nel fornire le migliori eliche sul mercato. Yamaha ha costruito da zero la sede di Greenfield per garantire che la fonderia preservi la forza lavoro YPPI esistente, incrementando nel contempo le abilità del team. Il risultato complessivo è la produzione di eliche di qualità che offrono sempre le massime prestazioni.

Il team Yamaha lavora all’unisono per garantire che YPPI Greenfield disponga delle migliori attrezzature per fonderia del mondo

Gran parte delle attrezzature della fonderia che si trovano nel nuovo stabilimento di YPPI in Greenfield provenivano da VA Technology e LBCC, le due aziende fornitrici più importanti con sede a Sheffield, in Inghilterra, la capitale mondiale della fonderia. Durante l’emergenza COVID-19, il team YPPI si è confrontato con le chiusure e i ritardi durante la fase di installazione dell’attrezzatura necessaria per la nuova fonderia. Consapevoli che non sarebbe stato possibile aprire le porte di Greenfield in tempo se questi fornitori non fossero riusciti ad installare le nuove apparecchiature, il team Yamaha degli Stati Uniti è stato subito pronto a intervenire per dare una mano.

“John O’Keefe, del team Yamaha Marine Government Relations, ha collaborato con i funzionari federali per ottenere visti di lavoro garantiti, per consentire ai team di VA Technology e LBCC di recarsi negli Stati Uniti per installare le nuove attrezzature per la fonderia”, ha affermato Batuhan Ak, Plant Manager di YPPI Greenfield. “Il suo grande impegno ci ha permesso di rispettare il planning e aprire a luglio e ha sottolineato l’approccio “One Yamaha” nella gestione del business. L’intero team Yamaha ha un’autentica attitudine alla collaborazione e alla realizzazione degli obiettivi comuni. Siamo un’azienda globale con vaste risorse e personale con una predisposizione al lavoro di team e un impegno incondizionato.

“A mio avviso, questo approccio al lavoro di squadra è uno dei valori più importanti della partnership con Yamaha e YPPI. La rete vendita e i costruttori che lavorano con Yamaha sperimentano tutti i vantaggi di collaborare con una grande azienda globale, raccogliendo allo stesso tempo i vantaggi di un approccio alla comunicazione, al dialogo e alla costruzione di relazioni commerciali solide destinate a consolidarsi nel tempo. In altre parole, Yamaha alimenta una cultura di grande collaborazione in nome della produzione di prodotti di qualità superiore”.