Lo X-Yachts 4° è il modello più piccolo della gamma. Presentata a Dusseldorf in gennaio, in prova ci ha convinto su tutta la linea: veloce, molto vivibile e ben attrezzata.

È l’ultimo nato del cantiere danese e sin dai suoi esordi, quando è stato presentato al salone di Dusseldorf lo scorso gennaio, si è affermato forse come il modello di maggiore interesse. L’X40 ne azzecca molte. Prima di tutto la misura. Quei 12,09 metri con la definiera, che diventano in realtà 11,50 di scafo, rappresentano la dimensione in cui tutto, su una barca così costruita e attrezzata, sembra essere possibile: dalla lunga crociera all’uscita giornaliera, con la sola differenza di provviste e abbigliamento, fino a raccogliere qualche sfida fra le boe.

Poi la scelta di organizzare gli interni senza strizzare l’occhio alla charterizzazione: due cabine e un solo bagno, enorme, sulla cui parete di poppa si apre un accesso al gavone di dritta
del pozzetto in cui può trovare posto di tutto, dalle attrezzature alle cerate bagnate, dalle vele fino alla zattera di salvataggio.

Per la quale, purtroppo, non è stato previsto un alloggiamento specifico. Dal prossimo anno sarà disponibile una versione a 3 cabine, con una perdita di un po’ di comfort, a nostro avviso, visto che si dovrà rinunciare al grande gavone in pozzetto, il bagno sarà spostato in avanti e sparirà il tavolo da carteggio di più che dignitose dimensioni.

La coperta ci ha convinto sotto ogni punto di vista. Certamente non è una barca destinata ad un armatore che si accinge a fare le sue prime miglia in mare. Nonostante la presenza del fiocco autovirante standard, che semplifica certamente le manovre, l’attrezzatura di coperta è organizzata per una conduzione raffinata, adatta a chi ha già scontato le approssimazioni tipiche del neofita e quindi in grado di cogliere le grandi potenzialità di questa barca. Che in navigazione si sono tradotte in valori molto interessanti. Stiamo parlando di oltre 7 nodi di velocità sotto gennaker con un vento reale di 7,5 da 140 gradi.

Immagini

Scheda Tecnica

  • Lunghezza f.t m 12,09
  • Lunghezza scafo m 11,50
  • Larghezza massima m 3,81
  • Rapporto lunghezza/larghezza 3,01
  • Dislocamento kg 8.100
  • Deriva Standard m 2,10
  • Deriva profonda m 2,30
  • Tipo di armamento sloop
  • Albero: Axxon in carbonio con due ordini di crocette. Nella versione standard è in alluminio anodizzato.
  • Boma: in carbonio. Nella versione standard in alluminio anodizzato.
  • Vang rigido con paranco
  • Paterazzo idraulico
  • Carrello del trasto: a tutto baglio recessato di fronte al timoniere.
  • Verricelli: Harken, due sulla tuga del 46, due sui paramare del 46, due incassati prossimi al timoniere del 40.
  • Superficie velica: randa mq 47, fiocco autovirante mq 31, genoa optional 106% mq 37, gennaker mq 130.
  • Motorizzazione della prova: Yanmar 45 hp (standard 29 hp)
  • Trasmissione S-Drive
  • Elica 2 pale abbattibili
  • Capacità serbatoio carburante 200 litri
  • Capacità serbatoio acqua 270 litri
  • Cabine 2
  • Bagni 1
  • Posti letto 4/6
  • Categoria C A
  • Progetto X-Yachts Design team Costruttore X-Yachts, Danimarca Importatore: X-Yacht Italy, via Porto Turistico 2, 16043 Chiavari (GE) – info@x-italia.it www.x-yachts.com/it/
Leggi tutta la rivista di Nautica di Giugno 2019

Oppure acquista solo la prova di navigazione