La motorizzazione fuoribordo si sta facendo strada anche su imbarcazioni cabinate di discrete dimensioni come questo Bavaria Vida 33, 11 metri di scafo che rappresentano la prima volta di Bavaria con questa propulsione. Tale scelta, maturata a fronte della sempre maggiore affidabilità e compattezza dei motori fuoribordo, permette di avere una grande versatilità nelle possibilità di motorizzazione e, soprattutto, permette di liberare davvero tanto spazio sottocoperta, aumentando sensibilmente l’abitabilità della barca. Il risultato è quello di un daycruiser estremamente abitabile che vuole essere un inno al divertimento sul mare e... alla vita, come appunto suggerisce il nome scelto, Vida.

Leggi tutto l'articolo Abbonati

Per leggere l'articolo acquista un abbonamento a Nautica Online