La propulsione elettrica chiama il catamarano. Si tratta di un dato evidente e inevitabile. Evidente perché la gran parte delle barche full electric che ci sono sul mercato oggi, così come gran parte dei nuovi progetti e delle nuove proposte, si basano, appunto, sulla piattaforma di un catamarano. Grandi o piccole che siano, oggi le barche elettriche sono sempre (o quasi) dei catamarani. Inevitabile, perché per avere delle velocità e delle autonomie di navigazione accettabili, stante gli attuali limiti tecnologici dovuti allo stoccaggio dell’energia elettrica a bordo, è indispensabile ricorrere ad una carena idrodinamicamente più efficiente: quindi il catamarano.

Leggi tutto l'articolo

Abbonati



Per leggere l'articolo acquista un abbonamento a Nautica Online