Un modello storico completamente rivisitato che conquista il vertice della gamma. È questa la novità del cantiere partenopeo, che porta la firma e l’ingegnosità di Valerio Rivellini. Quella realizzata da Rivellini e dallo staff di progettisti del cantiere è una proiezione. O, se si preferisce, un’opera di innesto attraverso la quale il sapere e le moderne tecniche della nautica del terzo millennio prendono armonicamente posto nella classica cornice che definisce le linee di un gozzo sorrentino. Non si tratta di una novità assoluta, visto che da quando è stato infranto il tabù del gozzo planante in diversi si sono cimentati in operazioni di ammodernamento della storica imbarcazione. Mimi-Libeccio 13.50 Quello che distingue questo nuovo modello è l’efficacia dell’opera di design, che ha realizzato una barca fortemente connotata dalle linee classiche nella visione generale e, nello stesso tempo, molto moderna nelle soluzioni adottate per...

Scarica Nautica Digital

Questo articolo è disponibile solo per gli abbonati.