Una barca molto sportiva

Una barca smaccatamente sportiva con una precisa caratteristica di base: qualità costruttiva al servizio del comfort e della funzionalità. To be or not to be? Di fronte all’amletico dubbio, Ocean Alexander, uno dei cantieri di vertice d’oltre Atlantico ma con il cuore in Taiwan, ha risolto la questione in modo salomonico: “let’s make them both!”, ovvero facciamone due in uno. Il che, uscendo dall’enigma, vuol dire semplicemente facciamo un open che possa soddisfare sia il diving sia il fishing e, già che ci siamo, facciamo che dia ampio spazio anche alle comodità e al lusso del diporto. Operazione riuscita. Tanto che il Divergence 45 si presenta come un progetto innovativo e affascinante che, al di là delle sue impostazioni sportive, si propone anche come tender per megayacht. Anche perché, già al primo impatto, la barca mostra una qualità costruttiva d’alto livello che si rivela sia nei dettagli tecnici e nelle rifiniture sia nei materiali di arredo e nella lavorazione della vetroresina. Il tutto con un’impronta made in USA che si rivela in alcuni particolari, come la sovrabbondanza di portabicchieri (formato whisky) piuttosto che nella più che generosa altezza in cabina o nell’impostazione della plancia di guida. Ma la barca ha ovviamente ben altro da mettere in evidenza, ricordando che è disponibile anche in una versione coupé dotata di una plancia di guida più protetta. L’aspetto diving è marcato dal comodo alloggio sullo specchio di poppa per le bombole (o per i parabordi); nella versione fishing risaltano invece i quattro portacanne sul trincarino mentre a murata troviamo a dritta e a sinistra due cassettiere per esche e minuteria. Senza dimenticare la grande vasca del vivo ricavata nello specchio di poppa e i tre grandi gavoni per il pescato di cui uno refrigerato e gli altri asportabili...

Leggi tutto l'articolo

Abbonati

Acquista solo la prova di navigazione

Per leggere l'articolo acquista un abbonamento a Nautica Online