Con il solito innegabile vantaggio di essere l’apripista dell’anno fiscale della nautica internazionale, il salone francese è tornato dopo due anni di attesa forzata. Un buon successo ben testimoniato dal Ministro del mare, quello sì invidiabile. Un po’ come accade per l’indice dei personaggi e interpreti che apre o chiude la proiezione di un’opera cinematografica, l’ordine di apparizione ha premiato ancora una volta, puntualmente, il salone della Costa Azzurra. “A prescindere”, avrebbe detto il principe de Curtis. Infatti, dopo il suo stop del 2020 imposto dalla pandemia, lo Yachting Festival si è ripresentato quest’anno, dal 7 al 12 settembre, con le stesse luci e ombre di sempre. Cannes Yachting Festival

Leggi tutto l'articolo Abbonati

Per leggere l'articolo acquista un abbonamento a Nautica Online