Nave oneraria al largo del litorale laziale - Quel carico depredato

a cura di Lamberto Ballerini Prima o poi, la ruberia dei coppi e degli embrici contenuti nel relitto della nave oneraria scoperta al largo del litorale laziale finirà. Non per merito di qualche iniziativa di salvaguardia ma per esaurimento di quel tesoro archeologico.
Nave oneraria romana (Modello del Museo del Mare e della Navigazione Siciliana “Florio

Nave oneraria romana (Modello del Museo del Mare
e della Navigazione Siciliana “Florio” - Palermo).

Quello della nostra immensa ricchezza archeologica è un tema che, quasi sempre, si accompagna a quello assai delicato della tutela e della conservazione dei beni che ne fanno parte. Sia di quelli già acquisiti e ben noti, che spesso ricevono cure e attenzioni non all’altezza del loro valore, sia di quelli che, appena scoperti, devono “necessariamente” essere lasciati là dove sono, nello stato in cui si trovano, e perciò esposti a tutta una serie di pericoli; insomma, a causa di una cronica carenza di risorse, abbandonati a un vergognoso destino.

Leggi tutto l'articolo

Abbonati

Per leggere l'articolo acquista un abbonamento a Nautica Online