Itinerario nautico, Liguria occidentale

Da Varazze a Marina di Andora si snoda il litorale dei comuni costieri della provincia di Savona. Trentotto miglia di lunghe spiagge inframezzate da suggestivi promontori che si tuffano in acque cristalline, una collana di pittoreschi borghi rivieraschi da scoprire alle pendici dell’entroterra collinoso e un nutrito numero di accoglienti porti turistici. Ornata da un anfiteatro di montagne scoscese e verdi colline esposte a mezzogiorno che pigiandosi l’un l’altra sembrano aver fretta di raggiungere le acque color zaffiro del Mar Ligure, la Riviera delle Palme esposta a mezzogiorno e riparata dai freddi venti del Nord dalla catena delle Alpi e dell’Appennino settentrionale – come l’intera Riviera di Ponente di cui è parte integrante – gode di un microclima particolare, con temperature miti anche d’inverno, che la rendono fruibile tutto l’anno.

La Riviera del Beigua

Il primo tratto di litorale della Riviera delle Palme, che arriva fino a Savona, è chiamato Riviera del Beigua come l’omonimo monte (1287 metri) situato a soli 6 chilometri dalla costa, da cui ha preso il nome anche il Parco naturale regionale, (inserito nella lista degli Unesco Global Geoparks), formato da 26 chilometri di crinali montuosi che attraverso giacimenti fossiliferi e spettacolari formazioni rocciose narrano la storia geologica della Liguria. Lo attraversano diversi sentieri escursionistici tra cui un tratto dell’Alta Via dei Monti Liguri (per chi volesse “sgranchirsi” le gambe).

Leggi tutto l'articolo

Abbonati



Per leggere l'articolo acquista un abbonamento a Nautica Online