Ricette da barca che si degustano volentieri con il rosso

Elena Casillo
Scritto da Elena Casillo

È un classico che i piatti di pesce si accompagnino al vino bianco (lo Chardonnay e il Sauvignon in primis), eppure ce ne sono alcuni che si gusterebbero meglio se affiancati a un vino rosso non molto corposo e preferibilmente armonioso e tondo come il Pinot Nero dell’Alto Adige o il Nero d’Avola siciliano, perfetti per entrambe le ricette che vi proponiamo.

Zuppa lenticchie e cozze su crostone di pane

Primo – 4 persone – facile

Ingredienti: 4 scatole da 310 gr circa di lenticchie piccole lessate (quelle della Bonduelle sono molto saporite), 1kg di cozze, 1 spicchio di cipolla, rosmarino, olio extravergine d’oliva, sale, ½ peperoncino, pane bruscato. – manca aglio..

Esecuzione: In una pentola grande far soffriggere uno spicchio di aglio e mezzo peperoncino in poco olio, aggiungere le cozze e coprire con il coperchio. Quando le cozze saranno tutte aperte (10 minuti al massimo) spegnere il fuoco.
In un altro pentolino, far soffriggere uno spicchio di cipolla insieme alle lenticchie lessate e al loro liquido, aggiungere il rosmarino tagliuzzato. Far cuocere a fuoco medio per 10 minuti. Nel frattempo – vi consiglio di usare i guanti in lattice – pulire le cozze ormai pronte (strappando l’alghetta dal muscolo) e filtrare il liquido di cottura, poi unire il tutto nel pentolino delle lenticchie aggiungendo un po’ di sale di sale se occorre.
Servire con l’aggiunta di un filo d’olio extravergine a crudo e una fetta di pane bruscato.

lenticcchie-cozze

Totani all’ischitana

Secondo – 4 persone – media facilità

Ingredienti: 4 totani medi/grandi o 8 piccoli, 3 pomodori da sugo, aglio, due fette di pane casareccio, 6 capperi per totano grande (4 per i piccoli), 1 bicchiere vino bianco, sale e prezzemolo.

Esecuzione: pulire e svuotare i totani (http://ricette.giallozafferano.it/Come-pulire-i-totani.html).

Poi preparare il ripieno: ammollare in poca acqua la mollica di pane, aggiungere i capperi, un po’ di prezzemolo tritato e un pizzico di sale. Riempire quindi i totani vuoti con un po’ di questo composto (non troppo altrimenti fuoriesce gonfiandosi con la cottura) e chiuderli sulla sommità con uno stecchino comprendendo i ciuffetti dei tentacoli che faranno da cappello.
In una padella antiaderente far soffriggere uno spicchio d’aglio tagliato a metà (senza olio?) e adagiare i totani.

Farli rosolare da un lato e dall’altro, versare un bicchiere di vino bianco e quando questo è sfumato coprire con il coperchio. Dopo 20 minuti aggiungere i 3 pomodori tagliati in quattro parti e un pizzico di sale. Altri 10 minuti, sempre con il coperchio, e spegnere il fuoco. Aggiungere il prezzemolo e servire.

Consiglio: dopo i primi 20 minuti di cottura infilare uno stecchino di legno nel totano (se entra facilmente è arrivato alla giusta cottura).

totani-ischitana

sull'autore

Elena Casillo

Elena Casillo

Approda a Nautica nel 2008 dopo 16 anni di direzione creativa in una agenzia di comunicazione. Attualmente ricopre a Nautica il ruolo di Web Marketing Director studiando i siti ed elaborando nuove campagne di comunicazione.

Lascia un commento

Optimization WordPress Plugins & Solutions by W3 EDGE
Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla Newsletter

Potrai essere aggiornato su tutte le novità sul modo della Nautica.

Grazie la tua iscrizione è andata a buon fine.