Charter ai Caraibi – L’estate è finita

charter ai Caraibi
Bianca Gropallo
Scritto da Bianca Gropallo

Il periodo migliore per visitare i Caraibi va da metà dicembre a metà aprile, quando il clima è mite e le precipitazioni scarse. Ma dove andare?

L’estate  finita nel nostro Mediterraneo;  il momento giusto per programmare una crociera ai Caraibi, una delle destinazioni più belle al mondo, un’area molto vasta che comprende tutti i paesi bagnati dal Mare Caraibico, una miriade di isole dell’America Centrale: le Grandi Antille (Cuba, Giamaica, Haiti, Repubblica Dominicana, ecc.) e soprattutto le Piccole Antille, particolarmente adatte alla navigazione, che si estendono ad arco da Porto Rico fino alla costa venezuelana e alla Colombia.

Le mete più frequentate dai charteristi sono le Isole Vergini (britanniche e statunitensi), Antigua e Barbuda, Grenada, Santa Lucia, Saint Thomas e Saint Vincent. Lo dimostra chiaramente il fatto che  proprio in queste località che The Moorings©, il maggiore tour operator mondiale di barche a noleggio, ha stanziato le sue basi nautiche ai Caraibi. Gli amanti delle crociere, degli sport acquatici, della natura e del relax hanno solo l’imbarazzo della scelta.

charter Caraibi

Anche per i velisti alle prime armi, l’arcipelago offre ottimi servizi per la navigazione e il noleggio di barche a vela, monoscafi e catamarani e yacht a motore. Spiagge di una bellezza unica, baie incontaminate, fondali colorati, acque turchesi: ovunque la navigazione  facilitata dalla regolarità degli Alisei, ma  comunque consigliabile noleggiare una barca, che sia a vela o a motore, con equipaggio locale: lo skipper  responsabile della preparazione e conduzione della barca e vi porterà in sicurezza nelle zone più belle. Ovunque si può gustare la cucina creola locale e godere dei paesaggi lussureggianti che si estendono fino alle spiagge.

Isole Vergini Britanniche

Più conosciute con l’acronimo BVI, offrono meravigliose spiagge di sabbia bianca, porti turistici molto frequentati da yacht di ogni genere, siti subacquei protetti, ma anche bar animati e attrezzati luoghi di villeggiatura. L’isola principale, dove hanno sede le società di charter,  Tortola, in cui si trovano sia antiche rovine sia moderni resort di lusso che attirano visitatori da tutto il mondo. Nuotate e passeggiate sulla sabbia bianca, all’ombra delle palme, su decine di spiagge, tra cui Apple Bay, Brewer Bay, Smuggler Cove, Long Bay Beach, Elizabeth Beach e Josiah’s Bay Beach, solo per citarne alcune. La crociera  favorita, praticamente tutto l’anno, dagli alisei costanti con intensità tra i 10 e i 20 nodi e temperature medie tra i 24 e i 31¡C.

Antigua e Barbuda

Antigua  l’isola dalle 365 spiagge, una per ogni giorno dell’anno, famosa per la regata dell’Antigua Sailing Week (28 aprile – 4 maggio 2018), che rappresenta una settimana di festa nella Nelson Bay con fantastici barbecue e danze alle quali partecipano gli equipaggi. La più piccola Barbuda  una paradisiaca distesa di sabbia dai riflessi rosati, con ricche barriere coralline. Queste due isole formano insieme una nazione.

Charter ai CaraibiGrenada e Grenadine

Grenadine  un arcipelago di oltre 600 isole. Una di queste  Grenada, l’isola delle spezie, circondata da spiagge bianche e nere (vulcaniche),  famosa per la produzione di noce moscata, chiodi di garofano, zenzero, cannella e cacao. Da ammirare le magnifiche cascate della lussureggiante foresta fluviale e da visitare la fabbrica di cioccolato e le piantagioni di spezie. Saint Georges, la capitale di questa nazione che comprende tre isole, Grenada, Carriacou et Piccola Martinica,  considerata ancora oggi, una delle pi belle città caraibiche. Il suo porto  ben riparato e caratterizzato da case multicolori, negozi tradizionali e case dai tetti con tegole arancioni. Offre una incredibile varietà di itinerari sia brevi sia lunghi. Molti tra i velisti esperti scelgono l’itinerario one way da Santa Lucia a Grenada, con venti dai 10 ai 25 nodi.

Saint Lucia

Di origine vulcanica,  il gioiello delle Piccole Antille, nota per i vulcani gemelli Pitons, patrimonio Unesco, che svettano al centro dell’isola, intorno ai quali  possibile navigare. I Deux Pitons, collegati da una frattura nel terreno chiamata Piton Mitan da cui fuoriesce lava, sono il simbolo nazionale di Santa Lucia e sono raffigurati sulla bandiera del piccolo stato. Baie bellissime si susseguono fra cui la famosa insenatura Marigot Bay. Anche qui soffiano gli Alisei da novembre ad aprile e le temperature variano da 18¡C a 29¡C da dicembre a maggio.

Saint Martin

Particolarmente nota per i siti di immersioni subacquei e le sue spiagge immacolate, Saint Martin  un’isola situata a circa 240 chilometri di distanza da Porto Rico, che offre anche divertimenti e vita notturna. La circumnavigazione dell’isola offre una grande varietà di insenature dove fermarsi. Anche qui gli Alisei sono regolari e le temperature miti. A terra in architettura si mescolano influenze francesi, olandesi, inglesi e antillesi.

Isole Vergini Americane

Saint Thomas, l’isola pi occidentale delle Isole Vergini Americane,  un lussuoso paradiso tropicale, adatto sia per gli sportivi, che possono praticare snorkeling e attività subacquea, pesca, kayak e kitesurf, sia per lo shopping. é conosciuta infatti come l’isola pi cosmopolita, in particolare la capitale, Charlotte Amalie. Vale la pena navigare fino a Saint John, l’isola pi piccola dell’arcipelago, parco nazionale.

 

sull'autore

Bianca Gropallo

Bianca Gropallo

Grande amante del mare e appassionata velista, veleggia per diletto ma ha anche partecipato a numerose regate. Ha curato l’ufficio stampa del Circolo Nautico Riva di Traiano. Collabora con Nautica dal 1990.

Lascia un commento

Optimization WordPress Plugins & Solutions by W3 EDGE
Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla Newsletter

Potrai essere aggiornato su tutte le novità sul modo della Nautica.

Grazie la tua iscrizione è andata a buon fine.