Fondato da Michael e Heike Köhler, il cantiere austriaco Silent Yachts nasce con lo scopo di produrre su larga scala catamarani autosufficienti in grado di navigare esclusivamente con il sostentamento dell’energia solare. L’ultimo modello entrato in gamma è il Silent 60, che va ad ampliare una proposta attualmente composta dai Silent 44, Silent 80, 80 Tri-Deck e dal più recente Silent 55, di cui ne rappresenta la naturale evoluzione. SILENT60Rispetto a quest’ultimo, il Silent 60 è ovviamente più lungo, più largo e più voluminoso, con altezze che raggiungono i 230 centimetri nel salone, e nel design, firmato dal Managing Director di Albatross Marine Design Albert Nazarov, si avvicina maggiormente all’ammiraglia di 80’. Oltre che nell’aspetto, il catamarano è stato rinnovato anche negli scafi, sviluppati al CFD e caratterizzati dalla prua rovesciata che ne aumenta la lunghezza al galleggiamento, e nel numero dei pannelli solari, che salgono a 42 da 17 kWp l’uno. Rispetto ai 30 da 10,8 kWp del 55’ è un bel passo avanti verso la completa autosufficienza.

Leggi tutto l'articolo

Abbonati

Per leggere l'articolo acquista un abbonamento a Nautica Online