design e comfort per raggiungere un'ottima ergonomia

Perfettamente coerente con il principio della massima ergonomia, del quale il cantiere piacentino ha orgogliosamente fatto la sua bandiera, questo nuovo cruiser mette in luce anche prestazioni di tutto rispetto. La valutazione estetica di una barca, intesa proprio in termini di gradimento, è sempre opinabile, tanto è vero che, nelle nostre prove, aggettivi quali “bello” e “brutto” compaiono assai raramente. A questa regola generale non si sottrae nessuno dei modelli prodotti da Absolute Yachts, tuttavia esiste per essi un giudizio trasversale che neppure il più acerrimo dei concorrenti potrebbe mai disconoscere: quello della progettazione certosina, quasi maniacale. Ecco quindi che, salendo a bordo del 62 Fly, ritroviamo da subito quella particolare atmosfera fatta di dettagli che, proprio perché minimi, dimostrano in modo inequivocabile l’approccio con il quale il cantiere piacentino affronta la realizzazione di una nuova barca...

Leggi tutto l'articolo Abbonati

Acquista solo la prova di navigazione

Per leggere l'articolo acquista un abbonamento a Nautica Online