Un battello importante per accogliere due motori che segnano un passaggio epocale nel mondo dei fuoribordo. Ma non si tratta solo di potenza e di velocità. Un battello pneumatico di circa dieci metri e una coppia di motori che è già passata alla storia per tecnologia e potenza: basterebbe già questo mix di elementi a rendere estremamente interessante una prova destinata a mettere in evidenza le capacità nautiche del primo, spinto da una poderosa cavalleria, e le formidabili novità della seconda, annunciate nel corso di un’articolata campagna mediatica. https://www.youtube.com/watch?v=gmZSphPbrwg Video originale del cantiere Perciò lo sguardo si sposta alternativamente dall’elegante linea del R-Evolution X 36, prodotto da Mar.Co, alle imponenti calandre dei due Mercury Verado V12 da 600 HP installati su un capace bracket strutturale. In questo caso non è tanto la potenza complessiva – comunque elevatissima – a sollecitare la curiosità, visto che questo gommone ha già dimostrato grande disinvoltura nel saper gestire anche tre fuoribordo della fascia più elevata. Mar.Co R_Evolution X36 Piuttosto è il particolare modo di trasmettere la spinta che ne deriva – e i suoi riflessi sul comportamento della carena – a rendere così interessante il test. È dunque il caso di ricordare che questo motore V12 aspirato da 7,6 litri dispone di eliche controrotanti sullo stesso...

Leggi tutto l'articolo Abbonati

Acquista solo la prova di navigazione

Per leggere l'articolo acquista un abbonamento a Nautica Online