Cucina in barca: anche l’occhio vuole la sua parte!

Elena Casillo
Scritto da Elena Casillo

“Il cibo si gusta prima con gli occhi che con la bocca”: effettivamente a volte la presentazione di un piatto, se eseguita bene, fa sembrare il piatto più gustoso. In barca spesso, per mancanza di mezzi e spazi, si trascura questo aspetto. Il tagliare, separare, dividere e poi riassemblare, permette di fare più porzioni con la stessa quantità di cibo. Quindi possiamo ammettere che una bella presentazione, anche se porta via un po’ di tempo, aiuta a fare… economia!!!

Con lo spirellatore potete “temperare” le verdure e formare in pochissimo tempo, delle incantevoli rose per adornare anche i piatti più semplici! Con la mandolina potete realizzare fette sottili di verdure (tipo carote, zucchine cetrioli etc…) e realizzare piatti freschi come l’insalata di sedano, avocado e cetrioli.

Come intagliare la frutta

Per intagliare la frutta, formando delle splendide composizioni, bisogna essere avere un po’ di manualità. A volte le composizioni sono talmente articolate da diventare vere e proprie sculture ma chi è alle prime armi, può già avere grande soddisfazioni anche alle prime esercitazioni.
Innanzi tutto dovete procurarvi due coltellini affilatissimi da intaglio (come quelli in foto) e iniziare con della frutta/verdura di piccole dimensioni come limoni, mele, zucchine, ravanelli ecc… e esercitatevi più volte. Quando vi sentite sicuri fate il disegno della creazione che volete realizzare su un foglio, poi con un pennarello sottile riportatela sulla sulla frutta di dimensioni maggiori e infine intagliatelo. Nel link di seguito troverete un video di apprendimento per il 1° livello di esercitazione:

I LIBRI DI CAMBUSA

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Optimization WordPress Plugins & Solutions by W3 EDGE