Mercury-Deals-2017_Outboard-engines_Testa_970x160

Pershing

pershing_apertura

Pershing da oltre 30 anni progetta, produce e commercializza motoryacht di lusso di tipo open e coupé. Negli anni si è affermata come una delle aziende leader del made in Italy nel settore delle imbarcazioni sportive in vetroresina. La produzione Pershing si caratterizza per la costante ricerca stilistica e le più elevate performance in mare a cui, da sempre, si affianca una cura attenta a offrire la massima sicurezza anche alle andature più veloci; quindi l’impiego di materiali innovativi e di pregiata qualità e una progettazione degli interni finalizzata ad offrire eccellenti livelli di comfort e di sfruttamento dei volumi.

Le metodologie costruttive, unitamente a motorizzazioni che con la futura ammiraglia saranno in grado di raggiungere i 10400 cavalli e all’utilizzo di eliche di superficie, idrogetti e turbine a gas, conferiscono agli yacht Pershing un assetto altamente sportivo che si traduce in velocità elevate, oltre i 45 nodi.

Nella filosofia aziendale di Pershing ricoprono un valore fondamentale la passione, la creatività e la costante tendenza all’innovazione, qualità che accompagnano il brand fin dalla sua nascita.

Quella di Pershing è, infatti, una storia affascinante che ha origine dalla felice intuizione di tre amici appassionati di nautica: un po’ per gioco, ma soprattutto grazie a una grande passione e tanto spirito di iniziativa, nel 1981 “Tilli” Antonelli, Fausto Filippetti e Giuliano Onori fondano la Cantiere Navale dell’Adriatico 1° Srl e varano la prima barca. Quattro anni dopo, nel 1985, dall’incontro con lo Yacht Designer Fulvio De Simoni nasce l’idea Pershing. Viene così progettato il primo Pershing 45’, un open di grandissimo successo, che offre un nuovo modo di vivere il comfort e la privacy, fino a quel momento appannaggio esclusivo dei motoryacht classici.

I primi anni ’90 segnano un momento fondamentale per Pershing, che inizia una politica di internazionalizzazione verso i paesi del Mediterraneo, gli Stati Uniti e l’Estremo Oriente. Nel 1998 la società entra a far parte di Ferretti Group, tra i leader mondiali nella progettazione, costruzione e commercializzazione di motoryacht di lusso, e la bella avventura continua con nuove basi e con lo stesso entusiasmo con cui era partita.

Il 2012 rappresenta, per Pershing e per tutto Ferretti Group, l’inizio di una nuova era: il Gruppo industriale cinese Weichai, tra i più importanti a livello internazionale nel settore dei veicoli commerciali e di macchinari per le costruzioni, acquisisce una partecipazione di maggioranza (attualmente l’86,8%) del Gruppo nautico italiano. Una partnership strategica che rappresenta l’inizio di una ulteriore svolta internazionale per il brand e l’intero Ferretti Group, volta a garantire ampie risorse per ottenere nuovi canali di distribuzione e un’espansione più efficace nei nuovi mercati emergenti, potenziare il canale commerciale e il servizio post-vendita, oltre a dare sostegno patrimoniale e solidità finanziaria al Gruppo. Con l’obiettivo di consolidare ulteriormente la posizione di leadership nel mercato mondiale degli yacht di lusso.

I mercati

La ricerca incessante di nuovi stimoli e nuove strade da percorrere per crescere su scala internazionale è in continua evoluzione ed è ben riconoscibile nella sempre maggiore capacità di adattare i modelli della gamma alle specifiche esigenze dei diversi mercati mondiali.

L’Asia, sotto questo aspetto, rappresenta una delle aree col maggiore tasso di crescita per l’intero settore del lusso, oltre che un mercato estremamente interessante per il Made in Italy e un territorio ricchissimo di prospettive. Presente da diversi anni alle principali kermesse nautiche e del lusso di tutto l’Asia Pacific, Pershing ha riscosso un notevole apprezzamento da parte degli addetti ai lavori e del pubblico asiatico, aggiudicandosi ad esempio il premio “New Arrival Award” all’Hurun Report Best of the Best grazie alle linee slanciate e alle prestazioni sportive di un modello di grande successo quale Pershing 92.

Nel continente americano e in particolare in Nord America, primo mercato internazionale per il settore nautico, Pershing consolida ogni anno la propria presenza attraverso la vasta rete di dealer locali del Gruppo e partecipando ai principali eventi di settore, come il salone Yachts Miami Beach e il Fort Lauderdale International Boat Show. Nel 2015, ad esempio, gli Stati Uniti hanno rappresentato il primo mercato per il marchio.

Venendo al Sudamerica, la presenza di Pershing, attraverso Ferretti Group of America, si estende in tutta l’America Latina in particolare nei mercati del Venezuela, della Repubblica Dominicana, della Colombia, di Panama, del Perù e del Messico.

L’Europa e il Medio Oriente sono da sempre aree fondamentali per Pershing, marchio che ha le proprie radici nel Mediterraneo. Una presenza consolidata, che anno dopo anno registra un interesse sempre maggiore in mercati – Russia, Francia, Svizzera, Inghilterra, Germania e Paesi nordeuropei in primis, ma anche in quelli emergenti dell’Europa orientale e dell’Africa – in cui gli armatori sono attenti alle performance elevate e all’eleganza degli interni Made in Italy che contraddistinguono il brand.

I prodotti

In oltre 30 anni di attività il brand ha realizzato più di 30 modelli, spesso prodotti in più versioni per soddisfare clientele e culture differenti, come dimostrato dall’ingresso nei mercati dell’Estremo Oriente.

Attualmente le imbarcazioni Pershing in gamma sono otto, con un piedaggio che va da 54 a 140 piedi (16 – 43 metri):
Pershing 5X, primo coupé della nuova “Generazione X” al debutto mondiale in occasione del Cannes Yachting Festival 2016; Pershing 62; Pershing 70; Pershing 74; Pershing 82 (disponibile anche nella nuova versione VHP – “Very High Performance”); Pershing 92. Infine, oltre i 100 piedi, Pershing 108.

Nel 2018 è previsto l’arrivo della nuova ammiraglia: Pershing 140.

Il nuovo 140 piedi sarà il primo Pershing realizzato nella rinnovata Super Yacht Yard di Gruppo ad Ancona, specializzata nella costruzione di super e mega yacht in acciaio e alluminio oltre i 40 metri. La nascita di questa nave segna l’ingresso del brand in una nuova era progettuale e costruttiva, che unisce la spinta verso l’innovazione, che da sempre lo caratterizza, a un’eredità generata da oltre 30 anni vissuti sempre all’avanguardia.

Il resto della flotta Pershing viene prodotta presso lo stabilimento marchigiano di Mondolfo (situato proprio di fronte al primo, storico cantiere), uno spazio avveniristico di 53.000 metri quadri – di cui oltre 36.000 scoperti – progettato dall’architetto Sandro Sartini. Molto più di un centro di produzione: uno scenario che coniuga bellezza e funzionalità, tecnologia e design, immaginazione e competenza.

Uno spazio progettato in ogni dettaglio, per far fronte al continuo sviluppo della produzione e all’ampliamento della gamma.

Il sito produttivo ha una grande e innovativa cabina di verniciatura di 500 mq, dove le imbarcazioni sono verniciate a secco. La vasca prova (lunga 33 metri per 7,50 di larghezza e 2,30 metri di profondità) viene utilizzata per tutte le prove tecniche (motori, scarichi, sentine e generatori), prove di impermeabilizzazione dello yacht e pre-collaudi in genere. Il travel lift, dalla portata di 130 tonnellate, e i due carrelli idraulici completano le attività con alaggio e varo in vasca prova.

Pershing non si impegna solo a realizzare barche di elevata qualità. Parte fondamentale della sua identità e storia è la promozione dell’innovazione in campo nautico, praticando una costante ricerca di nuove soluzioni, prediligendo idee progettuali inedite, offrendo il massimo spazio a punti di vista creativi, distintivi, originali. La mission aziendale recita infatti: “Costruiamo imbarcazioni performanti ed esclusive che trasformano la nostra passione in emozioni”.

Design, innovazione, tecnologia, performance e comfort: sono questi i valori su cui si fonda la filosofia e l’attività Pershing, i punti di partenza dei nuovi progetti ed allo stesso tempo i punti di arrivo dei risultati realizzati, da sempre, dal marchio.

Il Design

Pershing ha saputo dimostrare la propria capacità di anticipare i tempi anche nell’ambito del design, introducendo forme e scelte stilistiche di rottura che hanno spesso ispirato le nuove tendenze nel settore degli open cruiser e dei coupé. Simbolo del Made in Italy e connubio di eleganza, dinamismo e innovazione, ogni Pershing ha uno stile inconfondibile e distintivo. La minuziosa progettazione del layout interno, le molteplici soluzioni strutturali e tecnologiche, la massima cura degli elementi d’arredo e di ogni dettaglio garantiscono un elevato standard qualitativo a ogni yacht della gamma.

Un risultato raggiunto grazie alla collaborazione fra Comitato Strategico di Prodotto insieme alla Direzione Engineering e lo studio Fulvio De Simoni srl guidato dallo stesso Yacht Designer Fulvio De Simoni, disegnatore dell’intera gamma Pershing sin dal primo, storico esemplare.

Fondamentali sono state nel tempo alcune innovazioni, fra cui:

  • le forme sempre più aggressive e filanti degli scafi, divenute un vero e proprio standard per molti produttori;
  • le grandi vetrate monolitiche dalle originali curvature – in particolare le finestrature laterali arrotondate e il parabrezza single piece arrotondato – che hanno sia definito uno stile sia agevolato una migliore abitabilità e il massimo sfruttamento della luce naturale negli interni;
  • un innovativo lavoro di ottimizzazione degli spazi, sia interni sia esterni, per ottenere ambienti di grande comfort. In quest’ottica, su molti dei modelli in gamma è stata introdotta l’ormai celebre porta vetrata divisoria tra pozzetto e salone, a scomparsa verso il basso, che permette di unire l’esterno e l’interno in un unico ambiente che va dalla zona di comando al prendisole di poppa;
  • l’innovativa scala in carbonio introdotta su Pershing 74 e quindi proposta anche su Pershing 82 per accedere al sundeck. Nata dalla collaborazione tra Direzione Engineering e il partner tecnico Besenzoni, questa scala scende automaticamente nel pozzetto grazie ad un comando elettroidraulico e scompare verso l’alto nel momento in cui viene riposta per lasciare libero il pozzetto stesso;
  • gli alti livelli di personalizzazione di ogni creazione hanno permesso di offrire agli armatori opzioni di grande pregio firmate da partner come Poltrona Frau per gli arredi interni in pelle, o ancora Fendi Casa – Club House Italia e Armani Casa per gli arredi e il decor; Gentili Mosconi Home, C&C e Rubelli per i tessuti; Bisazza e Sicis per i rivestimenti in mosaico; Christofle per le stoviglie; Antoniolupi per i lavabi.

Pershing vanta dal 2008 anche una partnership con Parmigiani Fleurier, noto brand di alta Orologeria Svizzera: l’incontro di due universi così prestigiosi è ispirato ai quei valori di eccellenza che caratterizzano da sempre i due marchi, fondendosi in una storia unica contrassegnata dalla competenza e dallo stile inconfondibile di prodotti simbolo di lusso e prestigio. La prima espressione di questa collaborazione è la limited edition del cronografo “One-one-five”, ispirato al Pershing 115, storica ammiraglia della flotta. La partnership continua poi con la linea di cronografi subacquei non numerati, fino ad arrivare, nel 2011, alla collezione di cronografi “Transforma Pershing 108’” dedicati al trimotorico del brand. Infine, il 2012 è l’anno della linea Parmigiani Pershing CFB, ispirati alla Confederazione Brasiliana di Football.

La Tecnologia

Nel corso degli anni, Pershing ha anche introdotto numerose innovazioni per migliorare le performance a livello di prestazioni ed efficienza (con particolare riguardo ai consumi), e per garantire un elevato livello di comodità a bordo, stabilendo continuamente nuovi traguardi per la nautica di tutto il mondo e offrendo sempre un alto livello tecnologico.

Pershing è stata pioniere nell’introdurre:

  • la passerella idraulica, sviluppata in collaborazione con Besenzoni e presente in tutta la flotta Pershing fin dal primo modello (Pershing 45’);
  • le trasmissioni con eliche di superficie, che garantiscono performance inconfondibili in tutte le condizioni e la massima efficienza prestazionale, anche in rapporto ai consumi;
  • le turbine a gas per chi è alla ricerca della massima potenza in acqua, tipicamente utilizzate nel settore aeronautico e in grado di sviluppare una potenza di oltre 5100 cv, con propulsione a idrogetto centrale. Il loro utilizzo richiede accessori e parti meccaniche particolari e tecnologie integrate all’intero sistema, fra le quali ad esempio lo scarico in titanio, l’asse e il riduttore. Peculiarità della storica ammiraglia Pershing 115, questo assetto garantisce una maggiore silenziosità e l’assenza di vibrazioni fino ad una velocità massima di 55 nodi;
  • la lavorazione che utilizza lo speciale sistema di laminazione della vetroresina ad infusione sottovuoto, per la realizzazione dello scafo, coperta e sovrastruttura con eccezionali performance qualitative e un minimo impatto ambientale;
  • la particolare porta vetrata a scomparsa, progettata in collaborazione con Besenzoni: composta di due sezioni indipendenti dotate di movimentazione elettroidraulica, può scorrere verso un modulo centrale che si abbassa verso il pavimento, permettendo di unire l’esterno e l’interno in un unico ambiente che va dalla zona di comando al prendisole di poppa;
  • l’airbag della catena che evita l’eventuale suo aggrovigliamento durante le manovre di ancoraggio. Indispensabile per una massima comodità di guida;
  • il taglio computerizzato dei tessuti di VTR che, a differenza delle operazioni manuali, garantisce la massima precisione nella realizzazione del manufatto;
  • la “barcotica”, che riprende i principi della domotica adattandoli alle imbarcazioni, vere e proprie “case galleggianti” che ospitano a bordo le ultime novità tecnologiche (tv satellitare, sistemi entertainment eclettici e sofisticati, collegamento internet per avere il meglio della connettività di rete anche in navigazione non sotto costa);
  • l’hard top a doppia movimentazione che, come un “tetto apribile”, scorrevole sia nel salone che nel pozzetto, permette di liberare completamente il pozzetto o di aumentarne la protezione;
  • i sistemi AUTOTRIM ed EASYSET, sviluppati dalla Direzione Engineering in collaborazione coi principali partner tecnici del Gruppo, ideale per ottimizzare e regolare automaticamente, alle differenti condizioni di carico, i trim e i flaps, attraverso l’uso di appositi algoritmi.

Pershing 108: il trimotorico punta di diamante della tecnologia di bordo

Con il 108, presentato nella primavera 2011, Pershing ha introdotto per la prima volta la propulsione trimotorica, con l’obiettivo di garantire all’occorrenza prestazioni elevate, tenendo in particolare conto l’impatto ambientale.

Caratteristiche della versione standard sono:

  • tre motori MTU 16v 2000 M 94 L diesel da 2638 mhp (1939 kw) ;
  • tre eliche di superficie;
  • velocità massima di oltre 42 nodi;
  • autonomia superiore a 1000 miglia a 10 nodi, con consumi estremamente ridotti a queste velocità.

Con i tre motori in funzione al minimo, l’imbarcazione può compiere trasferimenti ad andatura lenta con una grande silenziosità e una totale assenza di vibrazioni, non accorgendosi di averli accesi.

In generale, sono stati misurati a bordo livelli di confort elevatissimi, che se tradotti in dBA ne fanno un nuovo benchmark per questa categoria di imbarcazioni.

Pershing 70: rivoluzione stilistica e tecnologia ai massimi livelli

Presentato al pubblico mondiale al Cannes Yachting Festival 2014, Pershing 70 ha rappresentato un nuovo momento di evoluzione nella trentennale storia Pershing. Le sue forme avveniristiche ed imponenti sono esaltate dalle due grandi ali laterali strutturali che donano all’imbarcazione un look davvero inconfondibile e nuovi considerevoli spazi a bordo, per il massimo del comfort.

Al contempo, le dotazioni tecnologiche di servizio installabili lo rendono vincente rispetto ad altre imbarcazioni di dimensioni equivalenti. A bordo, infatti, è presente un sistema costituito da centraline elettroniche MOSFET (una tecnologia che trae origine dai transistor di potenza) grazie al quale è possibile:

  • semplificare l’impianto elettrico;
  • alleggerire la quantità di cavi a bordo;
  • applicare l’elettronica di potenza all’impianto elettrico.

Tutta la barca può essere comandata tramite display touch screen NAVIOP presenti in plancia e su richiesta anche in altre zone dello yacht.
Inoltre, grazie a una serie di schede di potenza, è possibile comandare e monitorare le singole utenze di bordo e visualizzare i dati barca, mettendo a disposizione un sistema di domotica a costi estremamente competitivi per dotazioni e facilità di espansione. Il cantiere, infatti, ha progettato una serie di configurazioni opzionali, ovvero dei “pacchetti” che permettono all’Armatore di scegliere una o più “personalizzazioni”, adattandole alle proprie specifiche esigenze di vita a bordo.

Alla domotica può essere integrato su richiesta anche l’innovativo sistema d’interazione audio/video denominato VOTIS (Videoworks One Touch Infotainment System), frutto della collaborazione fra Dipartimento ricerca e sviluppo e Videoworks, partner tecnologico del Gruppo.

VOTIS permette di controllare il sistema d’intrattenimento presente nel ponte di coperta grazie ad un iPad, sostituendo con un unico supporto i telecomandi dei vari dispositivi. Un controllo su richiesta estendibile agli altri ambienti ed installabile nei dispositivi personali dell’armatore.

Pershing 5X: il primo della “Generazione X”

Sempre più all’avanguardia, sempre più sorprendente, troppo veloce anche per chi pensa di poterne prevedere le strategie, Pershing lancia al Cannes Yachting Festival 2016 il nuovo 5X.
La lettera X evoca quella spinta inesauribile a solcare nuovi orizzonti a grande velocità.

Il modello, dal design supersportivo e che presenta gli stilemi principali degli ultimi coupé, come ad esempio le ali laterali a protezione del pozzetto – ormai nuovo simbolo di Pershing – prevede una doppia motorizzazione, che comporta anche una diversa disposizione della sala macchine:

  • 2 VOLVO D11 IPS950 dalla potenza di 725 HP con piedi azimutali ed eliche controrotanti, propulsione per la prima volta installata su un coupé Pershing (velocità di crociera, 30 nodi, massima 36 nodi – dati preliminari)
  • 2 CAT 12.9 da 1000 HP con eliche di superficie Top System 75X (velocità di crociera, 41 nodi, massima 45 nodi – dati preliminari).

Le imbarcazioni Pershing pubblicate sulle riviste Nautica e Superyacht

Il Cantiere Pershing vanta una flotta importante fra imbarcazioni di media grandezza e superyacht presenti più volte sulle nostre riviste, con prove in mare, recensioni e immagini.
Qui di seguito troverete un elenco di risorse tratte dalle edizioni passate di Nautica e Superyacht.

www.pershing-yacht.com

sull'autore

Nautica Editrice

Lascia un commento

Optimization WordPress Plugins & Solutions by W3 EDGE
Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla Newsletter

Potrai essere aggiornato su tutte le novità sul modo della Nautica.

Grazie la tua iscrizione è andata a buon fine.