La stella cometa di Natale

La vera storia della stella cometa un ricordo di Giotto del passaggio della cometa di Halley. .

LA STELLA DI NATALE

Siamo a Dicembre e ci sembra giusto celebrare anche in questa rubrica il prossimo Natale, ma vogliamo farlo a modo nostro, andando a cercare una curiosità astronomica appropriata, e cosa di meglio della famosa “stella cometa”?

E ormai certo che la nascita di Gesù Cristo non sia realmente avvenuta il 25 dicembre di 2004 anni fa; infatti il giorno fu fissato solo nel 4° o 5° secolo d.C. ed inoltre le fonti storiche provano che il censimento per il quale Giuseppe e Maria si trasferirono a Nazareth, si svolse intorno al 746-748 (era di Roma), ossia 2012 anni fa.

Vista tale incertezza si è provato ad usare proprio il riferimento della stella cometa per derimere i dubbi su quale sia la vera data del Natale, ed i risultati degli studi, benché non definitivi, sono estremamente interessanti.

Da un punto di vista strettamente astronomico (sia matematico, sia storico) non risulta in quell’era un passaggio di comete visibili. Inoltre, che la Stella di Natale fosse una cometa è una consuetudine da attribuire al pittore Giotto. Egli dipinse un affresco, nel quale raffigurava l’astro della Natività come una cometa, nel 1304, certamente in ricordo del passaggio, avvenuto 3 anni prima, di quella che poi sarebbe divenuta la cometa di Halley.

Analizzando con software astronomici la situazione celeste di quel tempo, si nota invece come nel 7 a.C. si verificò una rara congiunzione fra Giove e Saturno. Questi due pianeti furono protagonisti di un triplice avvicinamento che li portò a breve distanza l’uno dall’altro nella costellazione dei Pesci. È possibile quindi che i Magi, sacerdoti di origine caldea che eccellevano nelle arti astronomiche, abbiano dato a tale evento eccezionale il significato di presagio per la venuta del Messia, e che quindi la famosa “stella” di cui parla il Vangelo, sia il risultato ottico dell’avvicinamento di Giove e Saturno, chiaramente visibili a occhio nudo.

Tale deduzione però non è ancora supportata da elementi oggettivi e resta nel campo delle supposizioni, e a noi semplici osservatori di stelle… non resta che continuare a festeggiare il 25 Dicembre!

sull'autore

Nautica Editrice

Nautica Editrice

Lascia un commento

Optimization WordPress Plugins & Solutions by W3 EDGE
Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla Newsletter

Potrai essere aggiornato su tutte le novità sul modo della Nautica.

Grazie la tua iscrizione è andata a buon fine.