Due nomi nobili della vela italiana, quelli di Luca Brenta ed Enrico Malingri, hanno dato vita a questo nuovo 34 piedi. Elegante e raffinato nelle sue linee, lo si può immaginare in regata o come day sailer, veloce e divertente, comunque fonte del grande piacere del navigare a vela.
Brenta 34

Brenta 34

La vedevo passare quasi tutte le mattine, leggera e silenziosa, mentre, seduto sul tubolare del mio gommone, facevo sicurezza alle derive della scuola di vela. La prua alta sull’acqua, l’inclinazione appena accennata, le vele piene a risalire la brezza da Nord non ancora diventata maestrale. Sembrava cucire, l’uno all’altro con fili invisibili, i due bordi del golfo di Arzachena. Quell’immagine quotidiana del Brenta 30 che usciva da Cannigione dirigendo verso Caprera, era l’immagine stessa del piacere del navigare a vela. A distanza di qualche anno, ho riprovato la stessa sensazione di fronte al nuovissimo Brenta 34. Una sorta di deja vu, generato non tanto dalle similitudini, alcune, e dalle differenze, tante, fra i due progetti, quanto dalla...

Leggi tutto l'articolo Abbonati

Per leggere l'articolo acquista un abbonamento a Nautica Online