Il Club Nautico Versilia chiude con soddisfazione la stagione 2016

Viareggio. Sono trascorsi quasi dieci mesi da quando è stato eletto il nuovo Consiglio Direttivo del Club Nautico Versilia e, anche in occasione della conclusione della stagione agonistica 2016, per il sodalizio presieduto da Roberto Brunetti è tempo di bilanci. 
Un anno denso di avvenimenti, iniziative, progetti e riorganizzazioni per il Circolo. 
Ci si era prefissati molti obiettivi, tutti accumunati da un unico fil rouge: contribuire a valorizzare non solo dal punto di vista sportivo ma anche sociale, la Versilia e la città di Viareggio, la sua cantieristica e i suoi personaggi illustri, abbracciando il territorio dalle Apuane a Torre del Lago. 
Sicuramente un progetto ambizioso ma che ha visto raggiunti risultati molto soddisfacenti e che fanno guardare al futuro con ottimismo.
Per il Club Nautico Versilia, infatti, il 2016 è stato un anno di grandi soddisfazioni e cambiamenti. 
Dal punto di vista agonistico la stagione, gestita direttamente, è iniziata con il XXI Trofeo Challenge Ammiraglio Giuseppe Francese (molto più di una semplice regata d’altura …), ed è proseguita con l’organizzazione di prestigiose manifestazioni: da quelle riservate ai giovanissimi della Classe Optimist a quelle per Vela d’Altura, senza dimenticare le Classi Derive (prime fra tutte le intramontabili Star) e il fascino delle “Signore d’altri tempi” della Motonautica (con il 1° Raduno Internazionale barche Offshore d’Epoca – Premio barca d’epoca “VBV Legend”, rievocazione della classica d’Estate Viareggio-Bastia-Viareggio) e delle Vele storiche di Viareggio (un grande successo di partecipazione). 
Altro fiore all’occhiello è la realizzazione della “Scuola Vela Valentin Mankin” il progetto del Club Nautico Versilia che prevede una serie di scambi di servizi con il Circolo Velico Torre del Lago Puccini e la Società Velica Viareggina atti a promuovere lo sport velico e la cooperazione delle proprie scuole di vela con corsi destinati principalmente ai giovanissimi allievi, vero serbatoio per il futuro della Vela. Negli obiettivi di questa iniziativa che, grazie anche al supporto del Provveditorato, sta coinvolgendo con una capillare promozione nell’ambito scolastico vari Istituti primo fra tutti il Piaggia, non c’è solo la volontà di insegnare ad andare in barca ai più piccoli ma anche di amare e rispettare il mare e il lago, di evidenziare l’importanza del ricambio generazionale nello sport della Vela, e di proporsi come un grande volano turistico.
Grandi soddisfazioni sono arrivate anche dalla nave scuola del CNV, Ardi, che, dopo un attento refitting, dallo scorso mese di giugno è tornata a catalizzare gli sguardi e l’ammirazione di tutti, imponendosi nei principali appuntamenti riservati alle Vele d’Epoca (dalle Regate ad Imperia, al Trofeo Mariperman di Portovenere e al Raduno delle vele storiche a Viareggio).
Ma nel desiderio del nuovo Consiglio Direttivo c’è anche l’impegno ad una maggiore attenzione verso la disabilità ed un primo passo è stato fatto rendendo la sede più accessibile grazie ad una nuova entrata complementare, all’istallazione di un ascensore e alla ristrutturazione dei bagni. 
Molti i lavori ormai ultimati che, pur nella tradizione, stanno dando un nuovo look al Circolo (la facciata, il balcone, i saloni e molto altro). 
Il Club Nautico Versilia, insomma, è pronto ad un nuovo anno che, oltre a proporre un calendario sportivo di grande prestigio (che verrà presentato a breve), ha in serbo molteplici iniziate e interessanti incontri culturali legati al territorio e al mare.

sull'autore

Nautica Editrice

Nautica Editrice

Lascia un commento

Optimization WordPress Plugins & Solutions by W3 EDGE
Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla Newsletter

Potrai essere aggiornato su tutte le novità sul modo della Nautica.

Grazie la tua iscrizione è andata a buon fine.