Coppa America: Alberi nella Tempesta

Dall’inviato ad Auckland Non si sa come andrà a finirte questa finale della Louis Vuitton Cup. Quello che è quasi certo è che l’albero di “America One” è uscito dallo stesso stampo di quello di “America True” e di “Stars & Stripes”. Questo è quello che si è sentito in giro. Se cosi’ fosse “America One”, come a suo tempo “Stars & Stripes” con il timone fatto in Australia, sarebbe passibile di squalifica. L’articolo 17 del protocollo d’intesa, obbliga i team ad utilizzare attrezzature che possono essere costruite o nel paese d’origine o in quello in cui si fanno le regate, ma comunque su progetto proprio e non comune ad altri concorrenti. Patrizio Bertelli si è affrettato a dichiarare che vuole vincere sull’acqua. Comunque la nottata non sarà tranquilla per Cayard. Anche nel malagourato caso che la barca del San Francis Yacht Club dovesse vincere e “Luna Rossa” non protestasse, potrebbero essere i neozelandesi a far squalificare “America One”, rimettendo quindi in ballo la barca di Prada.

sull'autore

Nautica Editrice

Nautica Editrice

Lascia un commento

Optimization WordPress Plugins & Solutions by W3 EDGE
Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla Newsletter

Potrai essere aggiornato su tutte le novità sul modo della Nautica.

Grazie la tua iscrizione è andata a buon fine.