Alex Bellini in mostra allo studio La Scala

APERTA FINO AL 20 SETTEMBRE LA MOSTRA “GANGE: RIVERS OF LIFE, RIVER OF DEATH” DI ALEX BELLINI ALL’AUDITORIUM “PIERO CALAMANDREI” DI LA SCALA

Nel suo Auditorium “Piero Calamandrei” (via Correggio 43, Milano), La Scala Società tra Avvocati ospita la mostra “Gange: rivers of life, river of death”, composta da 20 immagini che il fotoreporter torinese Mauro Talamonti ha scattato ad Alex Bellini nella prima fase della sua impresa “10 Rivers 1 Ocean” che vedrà l’esploratore impegnato, nei prossimi tre anni, nella navigazione dei 10 fiumi più inquinati dalla plastica al mondo per favorire un nuovo senso di comprensione e rispetto per l’ecosistema più minacciato e delicato: i corsi d’acqua. Sarà possibile visitare la mostra fino a venerdì 20 settembre.

Entro il 2050, la plastica negli oceani peserà più di tutti gli animali che li popolano. Ma, con l’impegno di tutti, creare un nuovo corso dell’avventura umana su questo pianeta è possibile.

A bordo di imbarcazioni create ogni volta con materiale di scarto assemblato sul posto, Bellini racconta la parte di storia del viaggio della plastica che molti ignorano: oltre l’80% della plastica che inquina gli oceani, al ritmo di otto milioni di tonnellate all’anno, ha origine dai dieci fiumi più inquinati al mondo: Gange, Niger, Nilo, Indo, Amur, Hai He, Fiume Giallo, Yangtze, Fiume delle perle, Mekong.

A fine giugno Alex Bellini partirà per la seconda tappa del suo “tour” e questa volta navigherà, in barca a remi, all’interno del Great Pacific Garbage Patch, il più grande agglomerato di plastica nel Pacifico, con un’estensione di 1,6 milioni di Km2, composto da 80 mila tonnellate di detriti e rifiuti galleggianti. Le foto di Talamonti documenteranno il viaggio.

Alex Bellini ha deciso di navigare questi corsi d’acqua per raccontare da vicino, grazie alle foto di Talamonti, la vita che si svolge attorno alle acque, i rapporti della gente coi fiumi, le buone e le cattive abitudini. Verificare da vicino, ampliare le conoscenze, capire quali siano i limiti invalicabili e quali le soluzioni disponibili. Per promuovere un nuovo senso di responsabilità e la voglia di agire per una causa universalmente condivisibile.

Al suo fianco ci sono importanti partner che vogliono agire per il cambiamento e la salvaguardia del nostro Pianeta.

 

La mostra sarà aperta al pubblico fino a venerdì 20 settembre 2019, dal lunedì al venerdì, dalle ore 9.00 alle ore 18.00.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Optimization WordPress Plugins & Solutions by W3 EDGE