Il Carpisa Yamamay Saluta gli Emirati Arabi con un Bilanco PiÙ Che Positivo

CAMPIONATO POWERBOAT MIDDLE EAST GCC CLASSE 3-6 LITRI 5° ed ultima prova – DUBAI – E.A.U. 23/4 – 25/4 – 2008 IL CARPISA YAMAMAY SALUTA GLI EMIRATI ARABI CON UN BILANCO PIÙ CHE POSITIVO Carpisa Yamamay in grande spolvero alla sua prima esperienza nella “Formula 1” del mare dell’Offshore agonistico, ovvero il Campionato Middle East Classe 3/6 litri cominciato a novembre e terminato proprio sabato scorso nelle acque di Dubai, dove gli oltre 25 scafi in gara, provenienti da tutto il mondo, si sono dati appuntamento per il gran finale. E l’equipaggio napoletano-laziale, con Diego Testa e Piersimone Volpe, ha saputo confermare quanto mostrato nelle precedenti tappe disputate, chiudendo per la seconda volta consecutiva all’ottavo posto, ma con un margine irrisorio dalle imbarcazioni che l’hanno preceduto sul traguardo. Termina dunque, così, per gli alfieri del Circolo Canottieri Napoli e dello 007 Racing, questa prima avventura in una serie internazionale seconda forse solo al Mondiale Classe 1 con un bilancio più che positivo, considerato anche che l’equipaggio del Carpisa Yamamay non ha preso parte a tutte le prove disputate, avendo allestito il nuovo scafo solo dopo l’inizio della “Middle East”. In classifica generale, vinta dal team degli Emirati Arabi Al Boom Holding, Testa e Volpe fanno bottino di un brillante 11° posto sui 23 scafi complessivi finiti a punti nel corso dell’intero Campionato. “Un risultato importante – conferma il pilota napoletano – che ci rende soddisfatti, visto che questa classe era per noi una novità, per di più cominciata in ritardo rispetto al calendario. Naturalmente gli equipaggi più esperti hanno finito col dominare – prosegue Diego Testa -, ma noi ci siamo difesi bene ed ora torniamo in Italia carichi d’entusiasmo”. Per quanto riguarda la gara come al solito abbiamo fatto un’ottima partenza andando subito al comando seguiti da Victory e Qatar – ci racconta Volpe – ma già dal primo giro abbiamo cominciato a perdere posizioni perché ci mancava velocità di punta; la barca era perfettamente assettata, viravamo molto rapidamente ma la mancanza di un’elica adeguata alle condizioni meteo ci ha rallentato un po’. L’esperienza di quest’anno fatta con Diego in 6 litri è stata molto importante -prosegue Volpe – in quanto nonostante i risultati da metà classifica, effettivamente siamo sempre stati nelle prime 5 posizioni a lottare con i top team, e vi assicuro che ci sono veramente i “migliori”, ciò significa che con un po’ di esperienza ma soprattutto di fortuna in più il prossimo anno saremo tra gli equipaggi che partono per fare risultato, il nostro obiettivo per il 2009 è quello di stare costantemente nei primi 4-5 posti e casomai andare a podio qualche volta. Appuntamento alla fine dell’anno con lo start della nuova stagione, in concomitanza dell’ultima prova del Mondiale Class 1 a Dubai, mentre importanti novità potrebbero riguardare il campionato Class 3/6 litres che dal prossimo anno probabilmente diventerà World Series e seguirà il Mondiale Class 1 in tutte le sue tappe. Ora la stagione dell’Offshore si apre in Europa con la Classe 3C che disputerà il campionato Italiano che anche quest’anno avrà titolazione Internazionale (6 tappe), il campionato Europeo quest’anno assegnato all’Italia (Napoli) ed il Mondiale che si svolgerà sull’isola Inglese di Guernsey.

sull'autore

Nautica Editrice

Nautica Editrice

Lascia un commento

Optimization WordPress Plugins & Solutions by W3 EDGE
Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla Newsletter

Potrai essere aggiornato su tutte le novità sul modo della Nautica.

Grazie la tua iscrizione è andata a buon fine.