Trentino Rs:x World Championships

Sensini ancora in prima posizione in classifica ed è in pole position per l’ultima regata, la medal race. Domani lo spettacolo del mondiale è proprio nel golfo di Torbole. Sono solo due i punti che separano Alessandra Sensini, prima in classifica, dalla spagnola Marina Alabau Neira ma le regate sono finite, rimane solo la “medal race”, la regata decisiva, e le partecipanti sono le prime dieci della classifica. Saranno Alessandra Sensini ( ITA-25 ), la spagnola Alabau ( ESP-5 ), la francese Merret ( FRA-9 ), la polacca Klepacka ( POL-8 ), la neozelandese Kendal ( NZL-15 ), la francese Picon ( FRA-4 ), la tedesca Kinzl ( GER-6 ), l’australiana Crisp ( AUS-15 ), la greca Frai ( GRE-1 ) e l’inglese Shaw ( GBR-94 ) a sfidarsi su di una regata secca a punteggio doppio. Cosa succederà quindi? Tutte le concorrenti si porteranno con loro il punteggio finora ottenuto ma il piazzamento che otterranno, varrà il doppio dei punti. Quindi due punti per la prima posizione quattro per la seconda e via via così. Una volta finita la regata, sommati i punteggi, si avrà il vincitore del I° Trentino RS:X World Championships. Non possiamo fare a meno di notare che Alessandra Sensini deve stare attenta soprattutto alla spagnola che è a soli due punti da lei in classifica. Se Alabau Neira arriva solo una posizione davanti ad Alessandra si ritroverebbero a pari punti in classifica. Tra gli uomini stesso distacco di due punti, come nella classifica femminile, anche per il neozelandese Tom Ashley ( NZL-181 ) e l’olandese Casper Bouman ( NED-52 ), ma a soli tre punti troviamo anche il polacco Przemek Miarczynski ( POL-126 ). Più distaccati gli altri che parteciperanno alla “medal race” maschile: il britannico Dempsey ( GBR-21 ), l’olandese Van Dijk ( NED-1 ), il polacco Myszka ( POL-82 ), l’ukraino Oberemko ( UKR-19 ), il brasiliano Santos ( BRA-1 ), il tedesco Wilhelm ( GER-319 ) e il francese Le Gal ( FRA-115 ). Non è difficile prevedere che la regata di domani sarà molto combattuta con tanti pretendenti alla vittoria così vicini tra loro. Per quanto riguarda gli italiani in gara finisce con un onorevolissimo 21° posto Flavia Tartaglini ( ITA-46 ) e 38° per Laura Linares ( ITA-11 ). Seguono in classifica Giorgia Brizio ( ITA-88, 55° ) e Martina Frisco ( ITA- 141, 67°) In campo maschile troviamo Riccardo Belli dell’isca ( ITA-111 ) in 32° posizione, Fabian Heidegger ( ITA-110 ) in 52°, Andrea Beverino ( ITA-9, 56°), Federico Esposito ( ITA-29, 61° ), Davide Beverino ( ITA-3, 68° ) Dario Baffetti ( ITA-151, 72°), Emanuele Arciprete ( ITA-147, 80° ) che va a chiudere la presenza italiana nella gold fleet. Domani i campi di regata verranno stravolti. Chi infatti è fuori dalla medal race comunque è in gara nella long distance che avrà la partenza e l’arrivo proprio davanti al Circolo Surf Torbole. Nel golfo di Torbole, molto vicino al pubblico che potrà assistere dalla riva alla competizione, verranno posizionate le due boe del percorso a bastone della “medal race” la regata decisiva. Uno spettacolo a cui tutti sono invitati.

sull'autore

Nautica Editrice

Lascia un commento

Optimization WordPress Plugins & Solutions by W3 EDGE
Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla Newsletter

Potrai essere aggiornato su tutte le novità sul modo della Nautica.

Grazie la tua iscrizione è andata a buon fine.