Vigne Surrau si aggiudica la prima tappa del Circuito Zonale 2016 della Flotta Sarda J24

Cagliari. Archiviate le festività, anche per la Classe J24 è tempo di ritornare in regata.

Nel week end appena concluso, infatti, avrebbero dovuto regatare le Flotte romane e sarde ma il vento troppo sostenuto ha impedito il regolare svolgimento del 41° Campionato Invernale di Anzio-Nettuno, organizzato dal Comitato dei Circoli del golfo (Circolo della Vela di Roma, Reale Circolo Canottieri Tevere Remo, LNI sez. di Anzio e Nettuno Yacht Club) con la collaborazione dell’Half Ton Class Italia, della Sez. Velica Marina Militare di Anzio e della Marina di Nettuno. I numerosi equipaggi impegnati in questo Campionato sono scesi in mare ma, prima del segnale preparatorio, il Comitato ha rimandato tutti a terra a causa delle raffiche di vento che hanno raggiunto i 27 nodi. Invariata, quindi, la classifica stilata dopo otto prove: al comando, con sei vittorie, è sempre il J24 del Centro Velico di Napoli della Marina Militare ITA 416 La Superba (timonato da Ignazio Bonanno in equipaggio con il tailer Simone Scontrino, il prodiere Alfredo Branciforte, il due Francesco Picaro e il centrale Vincenzo Vano) seguito da Ita 447 Pelle Nera (Nettuno YC, armato da Paolo Cecamore e timonato dall’ungherese campione del mondo della classe Soling Farkas Litkey), dal J24 della Polizia Penitenziaria Ita 470 Djke Fiamme Azzurre (timonato da Fabio Delicati), da Ita 428 Kaster J di Gianni Riccobono e da Ita 210 Caesare Julio di Pietro Massimo Meriggi.

Ad aprire la stagione 2016 è stata quindi la Flotta sarda che, inaugurando anche il calendario federale di vela d’altura della III Zona, è scesa nelle splendide acque antistanti il porticciolo di Torregrande per disputare la prima manche del proprio Circuito Zonale 2016. 

La perfetta organizzazione del Circolo Nautico Oristano, capitanata dall’armatore di 274 Armadilo, Pierluigi Pibi, ha permesso il regolare svolgimento della manifestazione. I quindici equipaggi hanno, infatti, disputato, come da programma, tre prove a seguire. Da segnalare che nella seconda regata, iniziata intorno alle ore 12 e caratterizzata da un vento di maestrale di che ha sfiorato i 40 nodi, Ita 396 Molara di Federico Manconi ha rotto il timone e ha purtroppo dovuto rinunciare a quella successiva.

Se le vittorie nelle singole prove sono state firmate nell’ordine da Ita 405 Vigne Surrau (Club Nautico Arzachena) con il suo storico timoniere Aurelio Bini (1,3,2 i parziali), da Ita 401 Dolphins (Sporting Club Portisco) armato da Giuseppe Taras e timonato da Andrea Mariani (10,1,4) e da Ita 431 Lega Navale Carloforte armato e timonato da Davide Gorgerino (2,4,1), la vittoria di tappa è stata ancora una volta firmata da Vigne Surrau, il J24 gallurese vincitore, dopo 31 regate, del Circuito 2015. 

Nella classifica provvisoria stilata dopo queste prime tre prove, Vigne Surrau, confermatosi la barca da battere, è però tallonato ad un solo punto da LNI Carloforte (7 punti). Seguono, nell’ordine, ITA 420 Libyssonis armato da Daniele Bigozzi e timonato da Antonello Ciabatti (CV Windsurfing Club Cagliari, 11 punti; 4,2,5 i parziali), Dolphins (15 punti) e Ita 497 Boomerang di Angelo Usai (CN Olbia, 20 punti; 5,9,6)

Molto soddisfatti tutti i partecipanti e il presidente del Circolo Nautico Oristano, Gian Marco Patta, per la buona riuscita di questa prima manche. L’appuntamento con le prossime regate e con l’ospitalità del Circolo Nautico Oristano è fissato per domenica 31 gennaio. Il Circuito zonale 2016 della Flotta sarda J24 proseguirà, sempre a Torregrande, il 14 e 28 febbraio e poi si trasferirà ad Arbatax dove si svolgeranno la seconda tappa con regate in programma il 13 marzo, 3 e 17 aprile, 8 maggio. Dopo l’estate, la Flotta sarda J24 si sposterà nel nord Sardegna, a Porto Rotondo, per la terza ed ultima tappa (16 e 30 ottobre, il 13 e 27 novembre). 

Lascia un commento

Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla Newsletter

Potrai essere aggiornato su tutte le novità sul modo della Nautica.

Grazie la tua iscrizione è andata a buon fine.