KATIA BALDUCCI RESTA ALLA GUIDA DI NAVIGO, SOCIETA’ DI INNOVAZIONE DELLA NAUTICA

Confermato anche tutto il cda. L’assemblea dei soci approva il bilancio 2018 con 2 milioni di euro di fatturato e utile redistribuito in azioni sul territorio

 

Katia Balducci, imprenditrice della nautica, tra i titolari del gruppo Overmarine, è stata confermata presidente di NAVIGO, società di innovazione e sviluppo della nautica.

Insieme a lei, riconferma – fino alle fine del 2020 – anche per tutti i membri del cda che sono Andrea Giannecchini, vicepresidente (fornitura; presidente Cna Lucca), Michela Fucile(portualità; Confartigianato), Giorgio Campini(cantieri produzione e refit), Carmelo Sgro(servizi a terra), Massimiliano Federigi(servizi in banchina), Paolo Casini(rappresentante Provincia di Lucca) e Marco Tomei(rappresentante Comune di Viareggio).

 

Lo ha deciso l’assemblea dei soci – riunitasi venerdì scorso a Viareggio – anche per deliberare l’esercizio di bilancio 2018della società.

Oltre due milioni di euro il totale del fatturato, suddivisi tra 1 milione e 440 mila eurodiretti e 680 mila europrovenienti dalle attività svolte come capofila di Rete Penta,soggetto gestore del Distretto Tecnologico per la Nautica e la Portualità Toscana.

Quattro le macro aree operativedi NAVIGO da cui provengono i maggiori introiti: ricerca e sviluppo, consulenza e servizi, eventi di promozionedel comparto e formazione.

Nel corso del 2018, i 900 mila euro fatturati per le attività di servizio e supporto alla ricerca e sviluppohanno prodotto una ricaduta di finanziamenti alle aziende coinvolte pari a 9 milioni di euro a fondoperduto.

Sono arrivati alla fase di chiusura due dei progetti più impegnativi, quali il Sand, drone marino per le operazioni di salvataggio in mare presentato nel corso della terza edizione del Versilia Yachting Rendez-vouse il Mosé,con l’innovativa “colonnina” e la “boa intelligente” per l’erogazione di utenze e servizi con componenti smart (videosorveglianza, antenne e strumenti di comunicazione barca-porto, diportista-terra.).

 

Altri 900 mila euro provengono dall’organizzazionediretta e dalla co-organizzazionedi eventi nautici,come Yare-Yachting Aftersales&Refit Experience, evento business comparto refit e incontro tra comandanti Superyacht e imprese; B&St Broker and Shipyard trading, unico appuntamento internazionale dedicato all’incontro tra cantieri navali e società di brokeraggio; la boat show dell’eccellenza nautica Versilia Yachting Rendez-vous, che impegna NAVIGO, per conto del Distretto nautico, nella logistica e negli eventi e nei rapporti con e per il territorio;la manifestazione itinerante – adesso migrata a Londra per un triennio –The World Super Yacht Awards(premio dedicato agli armatori).

La quota restante del fatturato, pari a 300 mila euro, proviene da servizi (internazionalizzazione, consulenza, b2b)svolti per le imprese.

Parte dell’utile, comunque presente,della società– giuridicamente senza scopo di lucro – è stato investito in attività culturali e socialidi Viareggio: partecipando e sostenendo progetti quali il restauro del murales della Chiesina dei Pescatori, la borsa di studio promossa dalla Lega Maestri d’Ascia e Calafati, l’eco-catamarano Eliantoe,  attraverso lo strumento “Art Bonus”, il Comune di Viareggioper i lavori di messa a norma della Torre Matilde.

Nel corso dei lavori dell’assemblea, è stato anche salutato l’ingresso dei Cerri Cantieri Navali/Bagliettodi Marina di Carrarain qualità di nuovo socio.

Si tratta del miglior bilancio avuto fino ad oggi, caratterizzato anche dalla situazione ottimale che ha attraversato Navigo nel corso del 2018 – ha spiegato Katia Balducciringraziando l’assemblea per la riconferma. – Siamo soddisfatti per il risultato, ma soprattutto per essere diventati una realtà importante che porta servizi e progetti concreti ai soci e che si attesta come un interlocutore competente a livello regionale, nazionale e all’estero”

Da parte di Pietro Angelini, direttore generale è stata espressa soddisfazione “per la crescita che Navigo ha avuto in questi anni, per il radicamento sul territorio, per i risultati ottenuti da una squadra di lavoro flessibile e dinamica che ha incrementato i risultati della società di un 40% nel corso di un solo anno”.

NAVIGO aggrega attualmente 150imprese in Toscanae 30aziende tra la Sardegna e Malta (dove sono attivi Navigo Sardegnae Navigo Malta). Un network complessivo (incluse le associate del distretto toscano e altre) di 500imprese coinvolte nei progetti, con accordi con 50 laboratori e le principali università toscane e 150 progetti sviluppati, nel corso di 11 anni, sui principali temi: automazione, digitalizzazione, rapporto barca porto, nuovi materiali, ciclo di vita dei prodotti, nuove propulsioni. Oltre a gestire PENTA, braccio operativo del Distretto Tecnologico della Nautica e della Portualità Toscana, NAVIGO vede al suo interno rappresentate quattro associazioni di categoria, Camera di Commercio di Lucca, Comune di Viareggio e Provincia di Lucca. È il principale referente per gli stakeholder territoriali (banche, associazioni sindacali, società di servizi, pubbliche amministrazioni).

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Optimization WordPress Plugins & Solutions by W3 EDGE