Crociera nel Mar delle Andamane

Esperienze d’immersione: articoli dei nostri lettori che vogliono raccontare un viaggio, una crociera, ma anche una semplice immersione o un argomento tecnico

di Sara

Hin Daeng

È una secca posta a circa – 25 mt.piuttosto ampia con vari massi sul cappello,terrazza di sabbia sulla parte terminale e la parete sud che degrada fino a circa -70 ( così ricordo). È praticamente l’unica immersione profonda della zona. Si può fare a diverse profondità , ma più giù è alquanto brulla. La parete – nella parte più alta e luminosa – è completamente ricoperta da alcionari bianchi e lilla molto rigogliosi. Tra i massi ci sono centinaia di anemoni di tutti i colori tra cui molti rossi con pagliacci rossi con una striscia nera. Anemone city (Ras Mohamed ) è una cosa miserina in confronto ! Grandi conchiglie ( murici bianchi e tritoni ) , pesce medio tra cui cernie e barracuda , oltre alle immancabili murene a spasso , in pulizie varie tra gamberetti e pulitori o semplicemente… a bocca aperta.

Hin Muang

Èla secca gemella , posta proprio di fronte a Hin Daeng. È praticamente una ” nervatura” rocciosa completamente ricoperta di alcionarie molto colorate e aperte. Possibilità di corrente anche forte e improvvisa. Anche qui pesce medio, ma foto macro quante ne vuoi. Tanti anemoni – sono talmente tanti che molti sono disabitati – molti blu intenso o rosa e sempre qualcuno rosso con il pagliaccetto tono su tono.

Koh Ha Yai (The Caves)

È uno di quegli isolotti tipici – dove hanno girato un sacco di 007 e per la gioia delle sub-fans si vedrà Leonardo Di Caprio in azione – rotondeggianti , ricoperti da vegetazione (ovviamente lussureggiante) e corrosi alla base dall’azione del mare. Questa parte qui prende il nome da due caverne comunicanti tra loro, con la bolla d’aria e un controluce stupendo con apertura a pelo d’acqua e spruzzo forte di risacca.Sei immerso in un blu elettrico e giochi di luce.Fuori dalle caverne ci sono altre magie .Un grosso masso che finisce con un piccolo arco e, perfettamente incorniciato nel mezzo una meravigliosa gorgonia a candelabro rosso corallo. Dalla parte opposta il masso è ricoperto da una “nuvola”di alcionarie rosa come un enorme ciliegio in fiore.La profondità è nella media di tutto questo mare, circa -22mt.,e l’immersione – la nostra è durata 67 min.- si svolge tutta in questi 50 metri intorno alle grotte.Però ,ci fai praticamente un rullino !! Sembra che noi siamo stati particolarmente fortunati sia per visibilità che per luminosità e assenza di corrente.Il gruppo che ci ha seguito ha trovato un “muro” di medusine e l’acqua opaca.

E per finire anche se fuori tema… ma non troppo, una ricetta da usarsi in crocera e non:

Spaghetti al sugo di pomodorini pachino

Circa 1 Kg di pomidorini pachino (quelli piccoli a ciliegia), 2 o 3 spicchi d’aglio (per i vampiri va benissimo), una manciata abbondante di origano, peperoncino a piacere (meglio piccantella), olio quanto basta. Prendete una teglia da forno abbastanza grande, tagliate a metà i pomidorini, “adagiateli” sulla teglia e mettete sopra gli spicchi d’aglio tagliati, peperoncini, origano, sale e un bel filo d’olio. In forno per 30, 40 minuti e quando gli spaghetti sono cotti girateli direttamente nella teglia.

Provalela e poi fatemi sapere.

sull'autore

Nautica Editrice

Nautica Editrice

Lascia un commento

Optimization WordPress Plugins & Solutions by W3 EDGE
Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla Newsletter

Potrai essere aggiornato su tutte le novità sul modo della Nautica.

Grazie la tua iscrizione è andata a buon fine.