Platu 25 – Trapani – Euz II Villa Schinosa a punteggio pieno, tutto aperto per il podio

Daniele Carnevali
Scritto da Daniele Carnevali

Dopo l’unica regata disputata ieri a causa del poco vento, oggi a Trapani si sono svolte ben 4 prove della seconda tappa del circuito nazionale. Euz II Villa Schinosa, grande favorita del torneo, domina saldamente la classifica avendo vinto tutte le prove fin qui disputate. Segue Five For Fighting 3, che ha iniziato la giornata con un quinto posto, proseguendo con un secondo e due terzi piazzamenti. Subito dietro Brera Hotels, vincitore della prima tappa del circuito nazionale a Mondello, che sta tentando l’assalto al secondo posto, con soli due punti di distacco dal team di Tommaso De Bellis. Continua la lotta tra Brera Hotels e Menef8 Parallelo 38. Questi ultimi ieri erano riusciti ad avere la meglio proprio all’ultima boa mentre oggi sono costretti a inseguire a quota 15 punti, 3 in più della Marina Militare di Ghibli. Sesta piazza per i catanesi di Jhaplin 007 con i romani di Di Nuovo Simpatia in settima posizione e costretti al ritiro nel corso dell’ultima prova, a causa di una collisione con Five For Fighting 2. Ottava posizione per gli abruzzesi di Nannarella, seguiti da Bonaventura e da Scarface Marco Associati Sailing Team. Direttamente da Palermo, l’equipaggio Flechette naviga a metà classifica. Tra loro, anche il giovanissimo Antonino Cangemi, campione del mondo della categoria over 17 della classe Techno 293: “Sul Platu 25 mi trovo bene, è una barca aggressiva che rispecchia la performance del windsurf. Rispetto a una barca di altura, va più veloce e ha più contatto con l’acqua. Mi piace che sia un monotipo e quindi gareggiamo tutti con la stessa barca. Qui a Trapani ci sono molti velisti ed è bello potersi confrontare con i più grandi. Il livello qui è alto. Noi non siamo molto esperti, abbiamo preso il Platu solo quest’anno e il nostro obiettivo è di prepararci al meglio per il mondiale, in programma a Mondello”. Chiudono la classifica Ladybug, Birbante, Giuggiola e Adrenalina. Ladybug (coccinella, in inglese) è l’unico equipaggio composto interamente da donne: “Oggi è stata una giornata positiva – le parole del timoniere Clara Bertini -, ieri avevamo sbagliato la regolazione dell’albero. Abbiamo sistemato tutto e oggi è andata meglio”. Bertini spiega poi come sia nata l’idea di un equipaggio femminile: “Tutto l’inverno ci siamo allenate insieme e siamo diventate un gruppo. Al campionato italiano e al mondiale si assegnerà il titolo per la categoria Women e aspettiamo quindi di confrontarci con altri equipaggi femminili”.

sull'autore

Daniele Carnevali

Daniele Carnevali

Classe ’81, giornalista professionista approdato nella redazione di Nautica nel 2003. Appassionato di barche a vela e a motore, nel tempo libero si diletta a veleggiare a bordo del suo Fireball.

Lascia un commento

Optimization WordPress Plugins & Solutions by W3 EDGE
Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla Newsletter

Potrai essere aggiornato su tutte le novità sul modo della Nautica.

Grazie la tua iscrizione è andata a buon fine.