Roma Giraglia: la trappola di Pianosa

Nautica Editrice
Scritto da Nautica Editrice

Gli equipaggi in testa alla flotta si trovano di fronte il dilemma Pianosa, con il vento che intorno all’isola è calato decisamente. Grande regata di Giovanni Mengucci con l’unico Mini 6.50 in gara

Riva di Traiano, 8 settembre 2017 – La discesa verso Riva di Traiano è iniziata da questa mattina alle 8:58, ora in cui il Sunfast 3600 di Stefano Chiarotti ha doppiato lo scoglio della Giraglia, all’estremo nord della Corsica.
Il solitario ha preceduto di 4 minuti Sir Biss, il Sydney 39  di Giuliano Perego che era praticamente appaiato con il suo diretto concorrente per la leadership in equipaggio, il Grand Soleil 43 Super G di Alessandro Giannattasio. Mezz’ora dopo è stata la volta di Stripptease, il Tripp 40 di Riccardo Maria Serrano, anche lui in solitario.
Il primi tre si trovano ora di fronte all’isola di Pianosa, con un vento decisamente calato e con davanti la prua un buco d’aria consistente ed esteso. Che fare? Passare ad est e costeggiare l’Elba beneficiando di qualche termica o dirigersi verso il largo e sperare di incontrare prima il previsto vento di scirocco?
Al momento Lunatika sembra preferire la prima soluzione, mentre Sir Biss e Super G lasceranno Pianosa a sinistra.
Da sottolineare, nelle retrovie, la splendida prova di Giovanni Mengucci sul suo Mini 6.50 Polus, che ha passato la Giraglia prima di barche molto più grandi ed ora si trova in compagnia del Comet 41S Prospettica di Giacomo Gonzi e del Beneteau First 45 F5 Vahiné condotto da Christian Forci.

——————————-
Il Record attuale è di 38 ore 30 minuti e 13 secondi.

La Roma Giraglia è valida anche come 4° prova del Trofeo TART, Trofeo Altura Riva di Traiano, organizzato da CNRT e Granlasco.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Optimization WordPress Plugins & Solutions by W3 EDGE