Anche il Maxi Damiani Ourdream Alla Veleziana

La Veleziana non smette di stupire e dopo l’iscrizione dei due maxi Campione del Garda 1 e 2 accoglie con entusiasmo anche quella di Damiani Ourdream, splendido 80 piedi disegnato da Reichel & Pugh, costruito nel 1993 in Australia, giunto in Europa nel 1997 e salito agli onori della cronaca come barca dell’anno nel 2005. Ricchissimo il suo palmares di vittorie dal mitico Fastnet al Mondiale Maxi e quello IMS. Dalla fine del 2003 Damiani Ourdream è passato nelle mani di un consorzio di 23 armatori capitanati da Claudio Uberti, che ha saputo riunire accanto a sé passione e professionalità di un bellissimo gruppo di amici supportati dallo sponsor Damiani. Damiani Ourdream e i due Campioni del Garda hanno già incrociato le prue nel passato più recente e sempre in acque liguri. Le ultime due edizioni della festosa Millevele di Genova sono state infatti vinte rispettivamente da Ourdream (2008) e Campione del Garda 1 (2009). La sfida della Veleziana ha quindi il sapore del riscatto per Damiani Ourdream, che di certo vorrà mettercela tutta per impedire la doppietta dei gardesani sotto il campanile di S. Marco. Top secret al momento gli equipaggi di tutti e tre i maxi, ma – vista la particolarità del percorso che si snoda tra mare aperto e laguna – la caccia “all’esperto locale” è già iniziata. Giorgio Orsoni, Presidente della Compagnia della Vela di Venezia, club organizzatore della manifestazione, appare molto contento delle adesioni e dei commenti positivi riservati alla Veleziana da un numero sempre crescente di regatanti: “La nostra più grande soddisfazione è quella di far vedere come la vela sia viva a Venezia. Troppo spesso la nostra città è stata palcoscenico di iniziative che nulla avevano a che fare con la sua storia; la vela intesa come movimento sportivo dinamico, ma pure come connubio perfetto di tradizione e contemporaneità credo sia un’immagine positiva da accostare alla Venezia che vorremmo”. A chi gli domanda quale sia la “formula magica” di questa Veleziana, che fin dalla sua prima edizione ha visto 120 barche sulla linea di partenza, Claudio Demartis, ideatore della regata, risponde:”Nella Veleziana c’è un terzo di regata popolare (dove non è necessario avere una barca avveniristica per partecipare), un altro di confronto diretto (con una partenza che mette sulla linea tutte le imbarcazioni) e un ultimo terzo di grande spettacolo garantito dal numero delle barche e da un percorso spettacolare”. L’appuntamento per maxi, barche dei circoli, regine dei campi di regata degli anni sep tanta e Ottanta, impegnate nella IOR Classic Week, nonché imbarcazioni tipiche dell’Associazione Vela al Terzo (le quali veleggeranno insieme agli scafi moderni tra l’Isola di S. Elena e Piazza S. Marco), è fissato alle ore 12 di domenica 13 sep tembre, quando il Comitato di Regata avvierà la procedura di partenza.

sull'autore

Nautica Editrice

Nautica Editrice

Lascia un commento

Optimization WordPress Plugins & Solutions by W3 EDGE
Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla Newsletter

Potrai essere aggiornato su tutte le novità sul modo della Nautica.

Grazie la tua iscrizione è andata a buon fine.