Campionato Invernale di Riva di Traiano

Si è concluso con una splendida premiazione nella piazzetta del marina, il Campionato Invernale di Riva di Traiano 2001/2002, cui hanno partecipato 77 imbarcazioni fra Star e scafi d’altura. La regina delle classi olimpiche, con sep te prove disputate, ha visto il predominio della barca delle Fiamme Gialle con a bordo Luigi Ravioli e Andrea Guidi, seguiti da “Manon” portata da Marco Minghetti insieme al prodiere Giulio Lucarini, con in terza posizione “Imagery” di Stefano Fusco e Alessandro Meloni. Solo sesto il campione italiano Giampiero Poggi, in coppia con Giovanni Stilo, che ha vinto l’ultima regata, ma ha peccato di continuità, non avendo partecipato a tre delle gare svolte. Grande festa ed ovazioni, tra le barche d’altura, che hanno disputato nell’ultima giornata due prove, disputando così tutte e otto le gare previste, per “OPS Competition”, il progetto del maug spagnolo Botin, di Massimo Violati, il cui equipaggio è salito sul gradino più alto del podio sia per la classifica assoluta che per quella della prima classe. In entrambe le occasioni è stato seguito da Mauro Pelaschier e dall’equipaggio di “She Devil” , il prototipo dello studio Vallicelli per Alessandro Pozzar e da “Muzyca” l’X442 di Alessandro Cresci, timonato per l’occasione da Paolo Semeraro. In 2 classe si è imposto invece “Soul Seeker”, un X 362 di Fernando Galdi, seguito da “Vis Viva”, uno Starkel 33 di Guglielmo Noya e da “Bloom”, un Genesi di Davide Fiorentino. 3 classe appannaggio di “Free Spirit”, un Melges 24 di Lucilla Aglioti, seguito da “Bolero”, un Baltic 38 di Vincenzo Cirillo e da “Team Aquasport”, un Melges 24 di Fabrizio Antolini. 4 classe tutta per gli Este 24 con la vittoria di “Estasi” di Paolo Brinati, seguito da “Arma Azzurra”, timonato da Giancarlo Simeoli, vincitore dell’ultima prova, e da “Sailing Roma 2” . In 5 classe ha vinto invece “Stria” un Sun Fish 31 di Lucio Pugliani, davanti a “Quattroequattrotto”, un J24 di Giovanni Testa e a “Bizzarra”, un First 30 di Marcello Pattaro. Nella classe diporto, infine, quella dedicata ai principianti che regatano solo con vele bianche su metà del percorso, ha avuto la meglio “Teide” di Franco Campaniello, davanti a “Liberty” di Giuseppe De Risi e a “Lillipat” di Carlo Alfiero. Prossimo appuntamento a Riva di Traiano il 21 aprile per la partenza della Roma per 2 – per Tutti, con la partecipazione dei due trimarani oceanici “Fila Tri” e “Sergio Tacchini”.

sull'autore

Nautica Editrice

Nautica Editrice

Lascia un commento

Optimization WordPress Plugins & Solutions by W3 EDGE
Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla Newsletter

Potrai essere aggiornato su tutte le novità sul modo della Nautica.

Grazie la tua iscrizione è andata a buon fine.