CISLAGHI, VINCENZI E TOBLINI ALZANO LA COPPA DEI CAMPIONI

I Laghi di Garda e di Bracciano al vertice delle classifiche finali Il desiderio di gareggiare dei 220 velisti, arrivati a Gaeta da ogni zona d’Italia per la Coppa dei Campioni Laser, ha avuto la meglio su un meteo difficile che, come nei 2 giorni precedenti, ha portato ieri pioggia e pochissima aria nel Golfo. Dopo quasi 5 ore di attesa fra rovesci e schiarite, il vento e’ arrivato sullo specchio d’acqua antistante lo Yacht Club Gaeta EVS, organizzatore del campionato con Assolaser, Sezione Vela Guardia di Finanza, Club Nautico Gaeta, Lega Navale sezione di Gaeta e Base Nautica Flavio Gioia, consentendo lo svolgimento di due prove su percorso a quadrilatero alle classi Laser Standard, Radial e 4.7. Secondo un adagio dei pescatori locali, nel Golfo di Gaeta il vento arriva quando il Santuario della Madonna di Monte Civita “porta una nuvola per cappello” e ieri, diversamente da venerdì e sabato scorsi, quel “cappello” era visibile già dalle prime ore della mattina e faceva ben sperare. Così, alle 14:30 si è steso uniformemente sul campo di regata, posizionato a Levante di Punta Stendardo, un Libeccio sui 10 nodi che ha reso possibile assegnare i titoli della 3 giorni gaetana. Vittoria laziale nella classe olimpica Laser Standard grazie a Rocco Cislaghi del Planet Sail Bracciano, che ha primeggiato con due secondi posti. Il giovane velista braccianense si è aggiudicato anche il titolo di migliore Under 21 di categoria. Dominio gardesano invece nella classe Radial con ben tre atleti del lBenaco giunti con pari scarto. Il regolamento ha premiato Riccardo Vincenzi (Fraglia Vela Malcesine) in quanto vincitore dell’ultima prova disputata. Vittoria gardesana anche tra le ragazze con Emma Giuliari (Fraglia Vela Riva). Nei Laser 4.7 primo Emil Toblini dello squadrone di Malcesine, che quest’anno ha dominato piazzando sempre i propri ragazzi ai vertici della categoria. Il padrone di casa Federico Colaninno ha invece chiuso al 29° posto, con due 15 di giornata. Dura prova di tecnica e di pazienza, quella sostenuta da venerdì scorso a oggi da parte dei concorrenti e dei promotori, che hanno ottimizzato ogni ingranaggio della macchina organizzativa per agevolare lo svolgimento delle gare. “Ho visto flotte di giovanissimi andare a caccia del vento, armando e disarmando le barche tantissime volte in soli 3 giorni – ha raccontato Vincenzo Addessi, Presidente dello Yacht Club Gaeta EVS – Giornate di bonaccia fanno parte del nostro sport e sono un’utile lezione di vita per i giovani velisti. Aspettare il vento aiuta a mantenere la concentrazione e la determinazione. Dal punto di vista operativo, sono soddisfatto per il management dell’evento: un team di professionisti ha lavorato al massimo per consentire di rispettare gran parte del programma, malgrado le bizze del vento”. La Coppa dei Campioni Laser, che chiude la stagione delle regate nazionali della classe velica più popolare al mondo, tornerà il prossimo anno dal 31 ottobre al 2 novembre e Gaeta ha già confermato la propria candidatura per ospitarla il terzo anno consecutivo. Classifiche complete sul sito ww.assolaser.org

sull'autore

Nautica Editrice

Nautica Editrice

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Optimization WordPress Plugins & Solutions by W3 EDGE
Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla Newsletter

Potrai essere aggiornato su tutte le novità sul modo della Nautica.

Grazie la tua iscrizione è andata a buon fine.