Louis Vuitton Cup: Prima Giornata dei Quarti di Finale

Un vento da SSW 16-18 nodi ha finalmente permesso la partenza dei primi match dei Quarti di Finale, rimandati ieri per troppo vento. La prima partenza è stata alle ore 14.55. Le aspettative non sono state deluse e tutte le barche hanno “irato fuori le unghie”, lottando per la vittoria, come mai avevano fatto durante i due Round Robin. A conferma della maggiore aggressività, gli Umpire hanno assegnato tre penalizzazioni, rispettivamente a OneWorld, a Stars & Stripes e a Luna Rossa, compromettendo, definitivamente, il risultato della loro prima sfida. Le regate di oggi sono state molto combattute anche dal punto di vista tattico e ci sono stati diversi cambi di leadership. Per niente scontata, la vittoria di Alinghi su una Luna Rossa ancora più veloce e aggressiva che mai. WIGHT LIGHTNING (GBR-70) BATTE STARS & STRIPES (USA-77) DELTA 01:00 Wight Lightning -Stars & Stripes: 1-0 La regata si è decisa in fase di pre-partenza, quando GBR è riuscita a rifilare agli americani una penalità. Poco prima della partenza, infatti, Andy Beadsworth, al timone di Wight Lightning riesce a piazzarsi sottovento a Ken Read, costringendolo a tenersi distante. Ma, evidentemente, il timoniere americano non si aspettava un secondo “luffing” da sottovento e non si è mantenuto sufficientemente lontano dalla barca inglese, prendendo una penalità. USA-77 conferma le aspettative dell’equipaggio di Conner e si dimostra molto veloce in bolina, guadagnando immediatamente il vantaggio. Il distacco era tale che Read avrebbe potuto permettersi di pagare la penalità senza correre troppi rischi, ma lo skipper ha preferito aspettare l’ultimo momento. Con 31 secondi di vantaggio all’ultima poppa, i ragazzi di Stars & Stripes si sentivano abbastanza sicuri di portare la vittoria a casa, ma Ian Walker è riuscito ad allungarsi su un “buono” di vento. Stars & Stripes stramba mure a dritta, seguito da GBR-70. Da sottovento, Read cerca di appaiare le penalità ma la mossa non riesce e il vantaggio acquisito non è sufficiente per pagare la penalizzazione e tagliare per primi. Wight Lightning vince con 1 minuto di vantaggio. ALINGHI (SUI-64) BATTE LUNA ROSSA (ITA-74) DELTA 01:18 Alinghi-Luna Rossa 1-0 Chissà se dopo la regata di oggi, Coutts sarà sempre convinto di aver fatto bene ad aver scelto Prada, come avversaria! Dopo un circling ravvicinato in pre-partenza, Coutts parte mure a dritta e sotto vento a Davis, che sarà costretto a virare poco dopo lo start e a dirigersi verso il lato destro del campo di regata. Inizia un duello di virate che vede le barche decisamente vicine, anche se Alinghi riesce a mantenere il vantaggio, nonostante un problema alla drizza spi e a due virate consecutive. Il primo stacco è di soli 10 secondi in boa. Luna Rossa sviluppa un’impressionante velocità sotto spi e cerca di infilare la prua sottovento ad Alinghi, cercando l’ingaggio. Certo di essere libero, il prodiere italiano ordina la poggiata ma la prua di Luna Rossa urta la poppa di Alinghi. Immediata la protesta svizzera e la penalizzazione per gli italiani. La regata prosegue in maniera serrata con continui cambi di leadership e Luna Rossa riesce a girare per prima la quinta boa, con 13 secondi di vantaggio. Prada, pero’, non riesce a mantenere a lungo il vantaggio acquisito ed è costretta a cedere nuovamente il passo a Russell Coutts. Il resto della regata è un incessante duello, con la barca svizzera che difende bene il suo leggero vantaggio. Soltanto prima di tagliare la linea di arrivo, De Angelis decide di pagare la penalità e si appresta a issare il genoa e a compiere il giro di 270°, come previsto dal regolamento. Al momento di amminare lo spi, perà, la vela finisce in acqua, con grande pericolo per l’albero. L’equipaggio decide di tagliare scotte e drizze, ma il distacco da Alinghi aumenta a 1 minuto e 18 secondi. USA-76 BATTE ONEWORLD (USA-65) DELTA: 00:12 USA-76-OneWorld: 1-0 Poca concitazione nella partenza di questa regata, che ha visto il giovane James Spithill, alla ruota della barca di Seattle virare e allontanarsi da USA-76, a qualche secondo dal colpo di cannone. Chris Dickson si mantiene sul lato sinistro del campo e guadagna un leggero vantaggio, andando a girare la prima boa con soli 10 secondi di vantaggio. La poppa ha visto le barche molto ravvicinate, con OneWorld in netto recupero. Spithill stramba mure a dritta e costringe Dickson a fare lo stesso. Gli Umpire decidono, pero’, che OneWorld non ha lasciato abbastanza spazio di manovra a USA-76 e penalizzano la barca di Gilmour. Per quanto OneWorld guadagni un leggero margine di vantaggio, non è sufficiente per pagare la penalità e mantenersi, contemporanemente, in testa. All’altezza dell’ultima boa di bolina, OneWorld decide di compiere il 270° e lascia a Dickson un vantaggio di 14 secondi. La regata finisce in quel momento, con la vittoria di USA -76, che taglia 12 secondi avanti. ORM (SWE-73) BATTE LE DEFI (FRA-69) DELTA 02:03 Orm-Le De’fi: 1-0 Nonostante una combattuta fase di pre-partenza, che lasciava sperare in un match più interessante, i francesi non hanno dimostrato quei miglioramenti che ci si aspettava per i Quarti di Finale. Jesper Bank al timone di Orm ha avuto “filo da torcere” soltanto prima dello “start”,quando Philippe Presti, rientrato al comando di Le De’fi AREVA ha cercato di conquistare il lato migliore della linea. Ma Victory Challenge è riuscita a difendere il lato destro ed è partita sopravvento a Presti, in barca. Immediatamente, Orm si allunga sulla barca francese che si mantiene combattiva fino a metà della prima bolina. Il distacco in boa è di 23 secondi. Da quell momento in poi Orm si limita a difendere il suo vantaggio e vince la prima regata con 2 minuti e 2 secondi di vantaggio.

sull'autore

Nautica Editrice

Nautica Editrice

Lascia un commento

Optimization WordPress Plugins & Solutions by W3 EDGE
Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla Newsletter

Potrai essere aggiornato su tutte le novità sul modo della Nautica.

Grazie la tua iscrizione è andata a buon fine.