Mondiale di Motonautica Gps 2010

NELLO SPLENDIDO SCENARIO DELLA VILLA VALVITELLIANA A FUSARO PRESENTATO IL GRAND PRIX DI BACOLI I quattro moschettieri della motonautica napoletana ce l’hanno fatta: Team AL&AL, Team Baia Attolini, Team Karelpiù e Team OSG hanno ufficializzano il Grand Prix di Bacoli. Il Sindaco della cittadina flegrea Ermanno Schiano: “Arriverà a Bacoli il meglio della motonautica mondiale e la nostra cittadina sarà al centro della stampa internazionale com’è giusto che sia vista la bellezza della nostra terra”. BACOLI (Napoli). Presentata oggi a Fusaro (Bacoli) nello splendido scenario della Villa Valvitelliana, il Grand Prix di Bacoli. Il mondiale Endurance UIM torna dunque dopo tre anni nelle acque del Golfo di Napoli ma stavolta si gareggerà nella parte flegrea con la sede logistica della manifestazione che sarà a Bacoli e il campo gara che sarà nello specchio di mare a largo di Bagnoli. Precedentemente in calendario in altra sede (Svezia, Belgio e Portogallo erano in lizza) questa quarta tappa è stata portata a Bacoli grazie all’orgoglio napoletano che alla fine ha trionfato con tutti i team del capoluogo campano che si sono uniti dando fondo a tutte le rispettive capacità organizzative e riuscendo nella grande impresa di riportare a Napoli il mondiale di motonautica Endurance. L’organizzazione è stata affidata allo storico Cantiere Navale Postiglione di Baia a Bacoli, il quale sarà supportato dalla Nautica Schiano, ma il GP di Bacoli è ufficiale non solo grazie allo sforzo di Alfredo Amato e Antonio Schiano, ma anche a quello dei loro amici e rivali nel mondiale GPS come Roy Capasso, Stefano Acanfora, Renato Guidi e Giancarlo Cangiano. Dal 3 al 5 sep tembre, dunque, il meglio dell’endurance mondiale si è data appuntamento per i round 7 e 8 del mondiale di motonautica GPS 2010 con team provenienti da tutto il mondo per un evento che è stato patrocinato dal Comune di Bacoli e dalla Provincia di Napoli e che ha come main sponsor acqua SUIO. Due le categorie in gara con la categoria Evolution e Supersport e in entrambe, la motonautica napoletana è protagonista. Il weekend di gara avrà inizio venerdì 3 sep tembre alle 17:00 con la Powerpole, e continuerà con le due gare che si svolgeranno al sabato alle 16:30 per la Sprint Race, mentre si chiuderà domenica alle 15:45 per la Endurance Race. Grande soddisfazione nelle parole del primo cittadino di Bacoli, il Sindaco Ermanno Schiano: “Ringrazio per la bella opportunità data alla città, che ospita il Campionato del Mondo di Motonautica GPS – Gran Premio di Bacoli e ne diventa la sede logistica. È un’occasione di rilancio per il territorio, preparato a ricevere 15 team con oltre 300 persone che giungeranno da tutto il mondo. Un grazie al presidente della Provincia, Luigi Cesaro, per il contributo che ci consente di organizzare, nel weekend, un evento musicale sul molo di Baia. Non sono mancate delle difficoltà, ma in poche sep timane abbiamo allestito la rete organizzativa: l’obiettivo è quello di accogliere al meglio la competizione che fa di Bacoli per tre giorni la capitale mondiale dell’endurance. Non intendiamo dimenticare il grave incidente che ha coinvolto un giovane sub nel golfo di Napoli, la città di Bacoli esprime il massimo cordoglio”. Bacoli, 31 Agosto 2010 News a approfondimenti su: www.grandprixpofthesea.com Il vicesindaco, Michele Massa, dichiara: “L’auspicio è che questo evento, di portata internazionale, diventi un appuntamento anche per il prossimo anno. Abbiamo fatto di tutto affinché la manifestazione riesca bene, le peculiarità di Bacoli con le sue ricchezze storico-archeologiche faranno da cornice al Campionato del Mondo di Motonautica Gps – Gran Premio di Bacoli. Per tutti l’augurio di un weekend all’insegna dello sport” L’imprenditoria bacolese ha dato dunque dimostrazione di velocità, efficienza e capacità organizzativa supportata dall’amministrazione comunale di Bacoli che nella persona del Sindaco Ermanno Schiano hanno realizzato in 20 giorni in impresa incredibile: “In effetti c’erano altre nazioni europee che cercavano di organizzare la gara – spiega Jean Marie Van Lincker, il Presidente del mondiale GPS che alla fine ha scelto Bacoli e il Cantiere Postiglione per l’organizzazione della tappa del mondiale – ma quando ad inizio Agosto sono stato contattato dai team napoletani, e dopo aver visto le bellezze di questo angolo d’Italia, sono rimasto conquistato. Ho avuto modo infine di appurare la grande serietà delle amministrazione di Bacoli, nella persona del sindaco Ermanno Schiano, e dopo aver unito tutte queste componenti, non ho avuto dubbi nell’assegnare a Bacoli questa manifestazione”. La parola poi ai quattro team napoletani che tutti uniti hanno realizzato la grande impresa. Inizia Antonio Schiano (team Karelpiù): “Abbiamo compiuto un grande sforzo organizzativo, ma per una volta siamo riusciti, insieme all’amministrazione comunale, a creare un evento che possa dare lustro e benefici al territorio”. Accanto lui suo figlio Giuseppe Schiano: “Correremo nelle acque di casa ma dovremo essere molto attenti. Vogliamo salire sul podio ma gli avversari sono competitivi e non sarà facile”. Poi è la volta di Roy Capasso (Team Baia): “L’organizzazione del Gran Premio di Bacoli è un evento di fondamentale importanza per lo sviluppo economico della zona flegrea. La presenza di quattro team locali è importante e grazie alla sinergia tra tutti noi siamo riusciti a realizzare una manifestazione unica per questa zona”. Quindi ha proseguito il due volte campione del mondo Giancarlo Cangiano: “Dico che è stata fatta una cosa eccezionale. Sono particolarmente legato a questo posto dove ho trascorso tuta la mia adolescenza”. Chiude Alfredo Amato del team AL&AL: “Quando pensammo a questa idea di Bacoli chiamai tutti i team di Napoli e dissi loro che solo uniti saremmo riusciti nell’impresa. E’ andata proprio così. Ma il plauso principale va al sindaco di Bacoli Ermanno Schiano, grazie a lui tutto è andato nel migliore dei modi. Mai visto un’amministrazione che si è comportata in un tale modo, mai visto persone così efficienti”. E allora tutto pronto al Cantiere Nautico Postiglione, dove da giovedì ci sarà la base operativa della tappa del mondiale.

sull'autore

Nautica Editrice

Nautica Editrice

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Optimization WordPress Plugins & Solutions by W3 EDGE
Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla Newsletter

Potrai essere aggiornato su tutte le novità sul modo della Nautica.

Grazie la tua iscrizione è andata a buon fine.