Premio Vela d’Oro

Domani l’arrivo di Salvatore Sarno e del Team Shosholoza, in arrivo anche illustri ospiti tra cui il rappresentante della FIV e il Presidente di Yacht Club Capri. San Marino, Teatro Titano 3 giugno ore 21.30, ingresso libero fino a esaurimento posti. Tutto pronto allo Yachting Club di San Marino per la due giorni dedicata alla 4° edizione di Premio Vela d’Oro che vedrà salire sul Monte Titano velisti di caratura internazionale. Il programma inizia venerdì 2 giugno con l’Udienza degli Ecc. mi Capitani Reggenti per Salvatore Sarno e alcuni ragazzi del Team Shosholoza. Poi sabato mattina una tappa al Blu Rimini per seguire le regate, incontrare i giornalisti sportivi delle testate nazionali, gli appassionati e i soci del Club. La serata in onore del Comandante Salvatore Sarno e del Team Shosholoza inizierà alle ore 21.30 presso il Teatro Titano con la conduzione di Roberto Chiesa. L’ingresso è gratuito e sarà consentito fino ad esaurimento posti. Chi è Salvatore Sarno Salvatore Sarno ha legato la sua vita al mare sin dall’infanzia. Inizia dal diploma Aspirante Capitano di Lungo Corso all’imbarco come Secondo Ufficiale di una piccola nave appartenente alla Mediterranean Shipping Co., la società che lo inizierà all’ascesa manageriale nel mondo delle compagnie di navigazione. Trasferitosi a Bruxelles, poi in Svizzera, nel 1988 ha il primo approccio con la cultura sudafricana. La sua svolta professionale avviene nel 1990 quando stabilisce la dimora familiare a Durban e forse l’inizio in ombra dell’avventura di Shosholoza. Fonda la Mediterrean Shiopping Company Sud Africa che con il contributo fondamentale della moglie Sandra diventa la più efficiente organizzazione di trasporto marittimo del paese con navi su rotte di tutto l’emisfero sud. A tutt’oggi è uno dei 3 direttori della Mediterranean Shipping Company di Ginevra che con le sue 243 navi è la seconda compagnia di navigazione al mondo. Ha partecipato al sentimento di riscatto del popolo sudafricano, aiutando le nuove generazioni,veri creatori di democrazia. Ha fondato una scuola  di vela per l’apprendimento di questo sport dei giovani neri e disagiati ed ha costituito la MSC Foundation for Youth con l’obiettivo di insegnare un mestiere e dare un lavoro ai ragazzi di strada dell’area di Città del Capo. Dal 2004 è Comandante di un Team Velico orgogliosamente sudafricano. Dopo aver fondato IZIVUNGUVUNGU, la scuola di vela che li laurea, crea l’equipaggio SHOSHOLOZA e diventa MSC Sud Africa sponsor principale di questo importante progetto di cultura sportiva ed umano insieme. Nel 2006, grazie alla sua viva e tenace guida, Team Shosholoza permette al Sud Africa di avere per la prima volta una rappresentanza in America’s Cup. La squadra e il suo Comandante si prendono molte soddisfazioni dal sapore non solo sportivo: conclude il Marseille Louis Vuitton Acts in sesta posizione, arriva ottavo nell’Act 2, sep timo nell’Act 3 e in sep tima posizione conclude il Campionato del Mondo Classe AC. La scuola IZIVUNGUVUNGU e SHOSHOLOZA hanno preso i nomi dalla cultura indigena sudafricana e dalla lingua Zulu: il principio dell’auto-assistenza della scuola, per cui chi aiuta gli altri aiuta se stesso, e il significato di SHOSHOLOZA, ossia “corsa senza sosta verso la meta”, stanno a sottolineare il forte legame con la loro terra e la voglia di vittoria e di conquista che li anima.

sull'autore

Nautica Editrice

Nautica Editrice

Lascia un commento

Optimization WordPress Plugins & Solutions by W3 EDGE
Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla Newsletter

Potrai essere aggiornato su tutte le novità sul modo della Nautica.

Grazie la tua iscrizione è andata a buon fine.