Rolex Sydney Hobart Yacht Race

Rolex Sydney Hobart Yacht Race Sydney/Hobart, Autralia Alti e bassi per la flotta impegnata nella Rolex Sydney Hobart Yacht Race 27 dicembre 2007 Un giorno dopo il via, all’altezza dello Stretto di Bass, i tre maxi in testa alla flotta della Rolex Sydney Hobart Yacht Race, diretti verso la costa nord orientale della Tasmania, sono stati frenati dai deboli venti di prua provenienti da sud. Alle ore 20.00 di giovedì 27 dicembre, Wild Oats XI si trovava ancora al comando della regata, con un vantaggio di circa 19 miglia su City Index Leopard e ulteriori 13 miglia su Skandia. La robusta brezza da sud ovest che aveva sospinto i tre maxi di 98 piedi a chiglia basculante in un esilarante e decisamente “umido” lasco stretto è gradualmente scemata ruotando a prua. Di conseguenza, la velocità di crociera è calata da 12-15 a 8.5-12 nodi. Questo tipo d’andatura, con mare formato, è ideale per il Farr design Leopard, caratterizzato da una sezione poppiera molto ampia. Infatti, è al lasco stretto che lo spigolo nei due terzi poppieri dello scafo di Leopard entra in gioco, offrendo i maggiori benefici. Mike Slade, armatore e skipper inglese di Leopard, ha commentato: “Se la barca è ben bilanciata, s’inclina leggermente stabilizzandosi sullo spigolo e di conseguenza il flusso d’acqua sottovento risulta molto più pulito. E’ un accorgimento che in pratica serve per allungare le linee d’acqua dello scafo.” Ciò nonostante, Leopard non è riuscito a colmare lo svantaggio di 11 miglia accumulato durante la prima notte di gara, nella quale Wild Oats, al comando della flotta, ha navigato in poppa piena con un’ottima VMG. Ma Leopard non si è lasciato sfuggire del tutto l’avversario, seguendo una rotta simile a quella di Wild Oats. E’ probabile che questa notte, con i leggeri venti previsti lungo la costa della Tasmania, Leopard decida di sferrare l’attacco e tentare la rimonta. Leopard ha incrementato il suo vantaggio a 11 miglia sul maxi Skandia di Grant Wharington, progetto Don Jones risalente a quattro anni fa. Con il calare e ruotare dei venti verso sud est, Wild Oats si è nuovamente allungato sul resto della flotta. Il Reichel/Pugh Wild Oats XI di Bob Oatley, con Mark Richards nel ruolo di skipper, è senza dubbio ancora il favorito per la vittoria in tempo reale – per la terza edizione consecutiva di questa regata. Tuttavia i preannunciati deboli venti di prua, potrebbero rendere del tutto vano il suo tentativo d’infrangere il record stabilito nel 2005. Per battere il tempo record di un giorno, 18 ore, 40 minuti e 10 secondi, Wild Oats XI dovrebbe completare il percorso entro le ore 07.40 di domattina, 28 dicembre. Nel corso della prima giornata, il tempo d’arrivo stimato di Wild Oats è passato da due a cinque ore oltre il record. Le previsioni pervenute dalle stazioni meteorologiche lungo la costa della Tasmania non promettono bene per i maxi in testa alla flotta, che si apprestano ad affrontare le ultime e critiche miglia delle 628 totali del percorso. Venti variabili di 5-15 nodi sono previsti nelle acque ad est di Flinders Island nello Stretto di Bass e lungo la costa nord orientale della Tasmania. All’altezza di Eddystone Point, all’estremità nord orientale della Tasmania, sono stati registrati venti da sud est di 15-19 nodi; a St Helens, ad un terzo della costa orientale, venti da sud-sud est di 9-14 nodi. Ad Hobart soffia una leggera brezza da sud est. Secondo le stime, il leader overall in tempo compensato IRC è Huckleberry, S&S 34 varato 25 anni fa di proprietà di Steve Humphries (Perth), uno degli yacht più piccoli in regata, seguito dai maxi Wild Oats XI, Skandia, Leopard e infine Rosebud, il Farr design STP 65 americano di Roger Sturgeon. Il TP52 Cougar II di Alan Whiteley si è ritirato dalla regata a causa di danni alle lande ed è ora diretto verso Eden lungo la costa meridionale del New South Wales. Ad oggi sono tre gli yacht ritirati in quest’edizione della regata, caratterizzata da condizioni insolitamente leggere. sep tantanove yacht sono ancora in gara.

sull'autore

Nautica Editrice

Nautica Editrice

Lascia un commento

Optimization WordPress Plugins & Solutions by W3 EDGE
Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla Newsletter

Potrai essere aggiornato su tutte le novità sul modo della Nautica.

Grazie la tua iscrizione è andata a buon fine.