Simone Bianchetti e Philippe Monnet Vincono la 26a 500×2

Simone Bianchetti in equipaggio con il navigatore francese Philippe Monnet a bordo di “Globe 2000 TNT” (ULDB 54 ex Fanatic) ha vinto la 26a edizione della 500×200, la regata sul percorso S.Margherita di Caorle-Isole Tremiti e ritorno. “Abbiamo avuto sin da subito un grandissimo affiatamento ­ ha commetato all’arrivo Simone Bianchetti ­ non abbiamo mai avuto difficoltà a portare una barca peraltro organizzata poer essere condotta da un equipaggio completo. E’ stato come se avessimo regatato da sempre insieme”. Dopo la partenza, avvenuta lunedì 26 giugno con quasi un giorno di ritardo a causa delle condizioni del mare che impedivano l’uscita dal porto di S.Margherita di Caorle, le condizioni meteorologiche si sono stabilizzate e per tutta la durata della regata si sono dimostrate abbastanza costanti, caratterizzate soprattutto da brezze e mai da venti forti e particolarmente impegnativi. Alla partenza il vento da nord-est era intorno ai 10 nodi e per raggiungere il primo giro di boa l’isola di Sansego alle Bocche del Quarnaro, i due navigatori hanno issato lo spinnaker seguendo un bordegggio al lasco lungo le coste croate per cercare di aumentare la velocità. A Sansego dove il team di “Globe 2000TNT” è arrivato dopo circa 12 ore dalla partenza alle ore 21.00, il vento è rinfrescato da Nord fino a 20/25 nodi e la scelta tattica è stata quella di seguire la rotta diretta per le Tremiti. A metà strada fra questi due punti il vento calava e girava da prua e perciò Bianchetti e Monnet, che per tutta la durata della regata si alternavano ogni due ore al timone, sceglievano di seguire un bordo verso la costa italiana cercando di approfittare delle brezze termiche che permettevano loro anche di aumentare il vantaggio sulla più vicina imbarcazione che li seguiva. Il passaggio all’isola di S. Domino è avvenuto intorno alle ore 4.00 del secondo giorno. Di nuovo brezza, da est per le prime 30 miglia, per il ritorno verso Sansego: con quelle condizioni la scelta è stata quella di avvicinarsi alle coste croate, piuttosto che seguire la rotta diretta, fino a quando la coppia di navigatori ha incontrato un temporale caratterizzato da due “groppi” con venti superiori a 30 nodi. A quel punto il vento si stabilizzava da nord nord est sui 20 nodi portando “Globe 2000 TNT” fino all’ultimo passaggio all’isola di Sansego alle ore 6.00 circa di giovedì mattina con un bordeggio abbastanza serrato (da notare che alle isole Tremiti il GPS smetteva di funzionare) fino a Punta Salvore in Slovenia. Infine l’ultimo bordo, sulla rotta verso Lignano portava Simone Bianchetti con il francese a tagliare la linea d’arrivo alle ore 21.30 circa, dopo approssimativamente 84 ore di navigazione e un vantaggio di oltre 2 ore sulla barca che concludeva in seconda posizione. Simone Bianchetti è ora in partenza per Brest dove nei prossimi giorni sempre in compagnia di Philippe Monnet, trasferirà la barca utilizzata da quest’ultimo per il suo recente record nel giro del mondo in solitario da est a ovest, a La Rochelle, in vista della preparazione alla Vendee Globe Challenge, giro del mondo in solitario senza scalo che partirà da Les Sables d’Olonne (Francia) il prossimo 5 novembre. Con la vittoria alla 500×2 è iniziata ufficialmente la “missione” di Simone Bianchetti sui mari del mondo.

sull'autore

Nautica Editrice

Nautica Editrice

Lascia un commento

Optimization WordPress Plugins & Solutions by W3 EDGE
Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla Newsletter

Potrai essere aggiornato su tutte le novità sul modo della Nautica.

Grazie la tua iscrizione è andata a buon fine.