Ultim’ora: dal Garda Sfida Italiana All’America’s Cup

ACCETTATA LA SFIDA DI UN NUOVO TEAM ITALIANO ALLA 32MA AMERICA’S CUP Ginevra – 25 Marzo 2004 – Il Defender, Société Nautique de Gene’ve (SNG), ha accettato la sfida alla 32ma America’s Cup lanciata dal Circolo Vela Gargnano (CVG). Il CVG, rappresentato dal Clan Des Team sailing team, e’ il primo challenger che si unisce al Golden Gate Yacht Club, rappresentato da Oracle BMW Racing team, nella sfida alla 32ma America’s Cup. Presidente dello Yacht Club sfidante e Capo del Sindacato del Clan Des Team e’ Lorenzo Rizzardi. Situato nella pittoresca citta’ di Gargnano, sulla sponda ovest del lago di Garda, il CVG e’ uno dei circoli più noti in Italia e organizza sul lago la famosa “Cento Miglia”, una sorta di maratona di 100 miglia, appunto, che si svolge nel mese di sep tembre. Molto popolare sui laghi europei e’ la Classe Libera, costituita da monoscafi di 40-piedi, con enormi rig ed equipaggi numerosi, impegnati in spettacolari acrobazie ai trapezi. Nel 2003 la Centomiglia fu vinta da Clan Des Team, che correva con la Classe Libera; lo stesso sailing team che oggi lancia la sua sfida attraverso il CVG. Il Direttore Tecnico di Clan Des Team, Cesare Pasotti, ha ammesso: „Aver lanciato la sfida all’America’s Cup da’ una sensazione strana, perché tutti sognano, prima o poi, di potere partecipare all’evento velico più antico e prestigioso del mondo. E’ come un bel sogno che si avvera”. La sfida di CVG e’ stata accettata dal Presidente Pierre-Yves Firmenich, facente funzioni del Defender, la Société Nautique de Gene’ve. „E’ la prima nuova sfida che riceviamo per la 32ma America’s Cup; questo team si unisce quindi al Challenger of Record Oracle BMW Racing e, ovviamente, al team Alinghi”, ha detto Firmenich. Do il mio benvenuto al Clan Des team e auguro loro in bocca al lupo”. La valutazione della sfida presentata dal CVG si e’ conclusa il 25 marzo, dopo che lo Yacht Club sfidante aveva regolarizzato tutte le formalita’ legate all’iscrizione, e inviato il bond, come richiesto a tutti i challenger. A quel punto la SNG ha inviato una lettera a Rizzardi, in Italia, che tra le altre cose dice: „Con la presente, la Société Nautique de Gene’ve conferma di aver accettato la sfida del Circolo Vela Gargnano alla 32ma America’s Cup.‰ Rizzardi e Passoti non hanno voluto rivelare dettagli sulla loro sfida, mantenendo il riserbo anche riguardo ai potenziali skipper o ai designer. Il team ha in programma di fare un annuncio pubblico il 23 aprile a Milano. Passoti ha affermato che il Clan Des Team intende partecipare sia all’Atto I della 32ma America’s Cup, nel sep tembre 2004 a Marsiglia, sia ai due Louis Vuitton Act di Valencia, in ottobre. “E’ molto importante per noi sfruttare tutte le occasioni di visibilita’ possibili, anche per rispondere alle esigenze dei nostri partner. L’idea di avere un programma di America’s Cup così articolato, lungo quattro anni e ricco di diversi eventi e’ fantastico”, ha spiegato Passotti, che ha aggiunto: “Per questo parteciperemo a tutti le competizioni di quest’anno”. Il team intende allenarsi quest’estate sul lago di Garda con due scafi ACC e di usarne un terzo per le competizioni 2004, a Marsiglia e a Valencia. Pasotti ha aggiunto che e’ intenzione del Clan Des Team avere due nuovi scafi di ACC costruiti prima della Louis Vuitton Cup del 2007. Per quanto sia molto raro che un challenger riesca nel suo obiettivo al primo tentativo, Pasotto ha detto che il Clan Des Team ha tutte le intenzioni di aggiudicarsi il più antico trofeo velico al mondo. “Corriamo per vincere” ha detto Pasotti, una volta accettata la sua sfida. “Non scendiamo in campo per partecipare ma per vincere”. Non bisogna dimenticare che anche l’attuale Defender, la SNG, basata su un lago, ha sfidato l’America’s Cup e che il Club svizzero ha portato via l’America’s Cup ai neozelandesi nel marzo 2003″. Il Circolo Vela Gargnano nasce 53 anni fa sulle sponde del lago di Garda. A parte la sua regata simbolo, la Centomiglia, organizza anche importanti competizioni a livello internazionale, come l’ISAF Youth World Championships, l’Europeo Melges 24 e la Cento Cup, un match race ISAF Grade One. L’Italia e’ stata molto presente nelle recenti edizioni di Americà Cup, partecipando, come sfidante, cinque volte, e vincendo la Louis Vuitton Cup due volte (Il Moro di Venezia 1992 e Luna Rossa 2000). * * * Sin dal 1851 l’America’s Cup e’ considerata non come una semplice competizione agonistica, ma come il simbolo dello sport puro, della sfida al migliore, del trionfo dell’eccellenza. Louis Vuitton, Endesa e l’America’s Cup condividono un’eredita’ fatta di passione, di volonta’ di rinnovamento e di straordinarie capacita’ umane. Louis Vuitton, Endesa e l’America’s Cup – insieme per far nascere la leggenda. Ulteriori informazioni per i Media si trovano nella Sezione Media del sito: www.americascup.com

sull'autore

Nautica Editrice

Nautica Editrice

Lascia un commento

Optimization WordPress Plugins & Solutions by W3 EDGE
Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla Newsletter

Potrai essere aggiornato su tutte le novità sul modo della Nautica.

Grazie la tua iscrizione è andata a buon fine.