Un Po’ di Coppa America a Blurimini

1 giugno 2004 Al via da oggi a BLURimini il World Match race Trofeo TAB. Sfide da Coppa America con James Spithill e Michele Ivaldi (Luna Rossa), Karol Jablonski (Toscana Challenge), Kelvin Harrap (Team New Zealand), Philippe Presti (Le Defi), Ian Williams (GBR Challenge). Oltre 50 barche alla kermesse dei piccoli monotipi d’altura. In programma il Campionato italiano BLUSail 24′. Rimini – La sep timana velica internazionale BLURimini 2004 entra nel vivo delle sfide più emozionanti. Scatta domani, mercoledi 2 giugno il World Match Race Trofeo TAB, evento di Grado 2 della federvela internazionale che ha riportato a Rimini alcuni tra i più grandi campioni del match race, la vela-spettacolo tra due barche. Le regate di Rimini segnano l’esordio da “italiano” per un fuoriclasse come l’australiano James Spithill, recente aquisto di Luna Rossa Challenge e già in allenamento a Valencia con l’equipaggio di Francesco de Angelis. Spithill è uno dei favoriti per il successo al Trofeo TAB, ma dovrà vedersela con avversari di assoluto rispetto. Primo tra tutti il polacco Karol Jablonski, da due anni stabilmente numero uno della classifica mondiale di categoria, e già in procinto di comandare una delle probabili sfide italiane alla prossima Coppa America (Toscana Challenge). Da tenere d’occhio ci saranno anche i due specialisti francesi Philippe Presti e Mathieu Richard (che qui a Rimini ha vinto nel 2002), l’inglese Ian Williams e gli azzurri romagnoli Michele Ivaldi e Matteo Simoncelli. Il primo è un altro titolare inamovibile di Luna Rossa ormai da 6 anni, mentre il secondo è alle spalle di Paolo Cian quale migliore azzurro della specialità. Per entrambi il match race di BLURimini è un’occasione per mettersi in luce nelle acque di casa. La griglia dei partenti è completata dal finlandese Staffan Lindberg, dal russo Eugeniy Neugodnikov, dal danese Lars Nordbjaerg e l’altro italiano Fabio Mazzoni. E BLURimini non è solo grande match race: c’è attesa anche per il raduno delle classi monotipo d’altura, un fenomeno in grande sviluppo negli ultimi anni e che da un paio di stagioni fa tappa al Marina di Rimini. Oltre 30 scafi della classe Melges 24 (un vero boom per la classe del momento, 7 metri e mezzo con gennaker e planate continue) per la tappa della Volvo Cup, e decine delle classi UFO, la flotta dei BLUSail 24 per il Campionato Nazionale di classe, IMS Minialtura (Trofeo De Longhi), Fun (Trofeo Chillichemie).

sull'autore

Nautica Editrice

Nautica Editrice

Lascia un commento

Optimization WordPress Plugins & Solutions by W3 EDGE
Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla Newsletter

Potrai essere aggiornato su tutte le novità sul modo della Nautica.

Grazie la tua iscrizione è andata a buon fine.