Vela: Mascalzone Latino jr. Vice Campione del Mondo Melges 20

Mascalzone Latino jr. Vice Campione del Mondo Melges 20 e secondo nelle Audi tron Sailing Series 2014
Il titolo va agli americani di Samba Pa Tì
 

Riva del Garda (TN), 30 agosto 2014

Settimana indimenticabile per Mascalzone Latino jr. timonato da Achille Onorato, con Malcolm Page alla tattica, Stefano Ciampalini a prua e Marco Savelli come coach: dopo dieci impegnative prove in quattro giorni a Riva del Garda il team di Onorato jr., in regata per i colori dello Yacht Club Monaco, conquista l’argento nella seconda edizione del Campionato del Mondo della classe Melges 20. Contemporaneamente, i giovani Mascalzoncini, grazie all’ottimo risultato in quest’ultima frazione valida per l’assegnazione del circuito, chiudono al secondo posto anche la stagione 2014 delle Audi tron Sailing Series, una delle serie più emergenti del momento che ha visto partecipare ben 57 equipaggi a quest’ultimo appuntamento stagionale. 

 

L’unica prova odierna, decima e conclusiva del programma in questa regata, non è stata in realtà una delle più facili per loro: una partenza complicata, sanzionata per un contatto, ha impedito di chiudere questa serie con una prestazione maiuscola. 

Durante gli ultimi quattro giorni, infatti, solo il dodicesimo di oggi e il diciottesimo della prova d’esordio sono stati risultati in doppia cifra: segno di una costanza consolidata che non poteva altro che portare l’equipaggio a svettare fra i mosquitos. A coronamento di un evento così positivo, c’è anche una vittoria di manche, ieri, che ha dato ancora più soddisfazione e spessore a questo giovane ma sempre più forte equipaggio composto da due italiani, Onorato e Ciampalini, e della stella australiana Page, noto nel mondo della vela per i suoi risultati olimpici da record, ancora imbattuti, nel 470.

 

Per quanto notevole, e forse inaspettata prima dell’evento, a regata iniziata una conclusione così di spessore non sembrava affatto irraggiungibile: dopo un inizio in salita, il quinto, quarto e secondo posto provvisorio nella generale al termine delle prime tre giornate (organizzate dalla Fraglia Vela Riva del Garda) che hanno preceduto il gran finale sono state posizioni in crescendo, frutto di un intenso lavoro che ha ampiamente ripagato gli sforzi di tutta la stagione. Dopo lo scarto (un diciottesimo posto) solo un risultato a doppia cifra e ben otto a singola: un record per questa importante manifestazione.

 

Ad avvalorare il livello della competizione e i ridotti gap fra gli equipaggi di vertice, si è notato e apprezzato che la sentenza della conquista finale è stata emessa solo oggi, quando in realtà tutto poteva ancora succedere: Samba Pa Ti di John Kilroy, leader per  buona parte del campionato, ha infatti lottato duramente in partenza con i Mascalzoncini e, pur essendo rimasto inizialmente indietro, ha meritato la vittoria riuscendo a rimontare dalle retrovie, con una rabbia e una capacità che gli fanno molto onore. 

 

In quanto ai Mascalzoni, è rimarchevole la crescita e la fiducia in sé stessi concretizzata in esiti brillanti nell’80% dei casi: Onorato jr. ha portato a casa risultati così importanti da aver rivoluzionato a suo favore anche la classifica del circuito. Al termine del quarto atto, infatti, le Audi tron Sailing Series vedevano ancora Mascalzone Latino jr.dietro Monaco Racing Fleet Raffica, mentre il leader Fremito d’Arja aveva iniziato a prendere il largo sin dal completamento della seconda manche del campionato, a Porto Ercole. Ma grazie a questa straordinaria sep timana dei Mascalzoni, il gioco degli scarti ha aiutato i più audaci e così la compagine del primogenito di Vincenzo Onorato ha saputo agguantare il miglior risultato auspicabile, superando al rush finale sia Raffica di Pasquale Orofino che Fremito d’Arja di Dario Levi.

 

 

Dichiarazioni finali dell’equipaggio:

 

 

Achille Onorato, con la modestia che lo contraddistingue, traccia un bilancio molto soddisfacente per una stagione in ogni caso tutta da incorniciare:

 

Ottima regata e ottima stagione, la migliore di sempre. Devo ringraziare il mio equipaggio, con il quale abbiamo affermato un gruppo unito in acqua e terra, veramente unico. Sento di dover migliorare molto in tutte le direzioni, ma ho un anno di tempo davanti a me per raggiungere un importante obiettivo: come hanno fatto con noi (gli americani di Samba Pa Ti), ora sarà nostro compito andare a cercare di “rubargli” l’ambito premio in casa loro, a San Francisco!

 

Il plurimedagliato tattico Malcolm Page, alla prima stagione con il team, promuove a pieni voti il grande stato di forma del non più esordiente armatore-timoniere:

 

Io sono arrivato all’ultimo momento ma sono lieto innanzitutto di aver trovato un equipaggio così affiatato, capace di risultati regolari. Del resto Mascalzone Latino è una squadra che ha nel Dna la costanza e risultati di grandi spessore. Certo, ci sono stati momenti difficili, come a Porto Ercole, ma da lì abbiamo capito bene la lezione. Qui a Riva del Garda è andata molto meglio che nel resto della stagione, ma siamo stati ancora un po’ carenti nello sviluppare la migliore velocità giorno per giorno, il vero punto di forza di Samba Pa Ti. Sono infine molto contento della crescita di Achille: adesso ha molta più fiducia in sé stesso e ha più coraggio di agire in base alle sue decisioni. Con calma, gara per gara, è cresciuto molto e adesso posso dire che sono più le occasioni in cui prende le decisioni giuste rispetto a quelle sbagliate. Abbiamo ancora margine di miglioramento, ma il livello raggiunto è davvero già molto alto”

 

Stefano Ciampalini, franco e obiettivo, non poteva aspettarsi di meglio: 

È stata una sep timana ingranata bene, dove purtroppo uno dei due grandi errori lo abbiamo commesso questa mattina: abbiamo esagerato con l’aggressività e siamo stati penalizzati. Da là in fondo era veramente difficile risalire. È stata comunque un’ottima serie, iniziata con un vento instabile che ci ha messo a dura prova nella regata d’esordio. Sono molto soddisfatto di essere l’unico equipaggio con soli due risultati a doppia cifra. Prima dell’evento avrei immaginato di finire nei dieci, speravo nei cinque. Essere così in alto in classifica non può altro che riempirmi di una gioia inaspettata.”

 

 
Classifica generale Campionato del Mondo/V tappa Audi tron Sailing Series dopo 10 prove:

Samba Pa Tì (USA), John Kilroy/Paul Goodison 13 – 4 – 4 – 2 – 1 – 2 – [14] – 12 – 1 – 1, 40 pti

Mascalzone Latino jr. (ITA), Achille Onorato/Malcom Page [18] – 9 – 3 – 4 – 8 – 9 – 6 – 1 – 4 – 12, 56 pti

Monaco Racing Fleet (MON), Guido Miani/Gabriele Benussi  27 – 5 – 17 – 1 – 3 – 1 – 1 – [30] – 3 – 2, 60 ti

 

Classifica generale Melges 20 Audi tron Sailing Series 2014:

Monaco Racing Fleet (MON), Guido Miani/Gabriele Benussi/Nevio Sabadin/Massimo Gherarducci:136 pti

Mascalzone Latino jr. (ITA), Achille Onorato/Malcom Page/Stefano Ciampalini: 147 pti

Fremito d’Arja (ITA), Dario Levi/Niccolò Bianchi/Stefano Laghi/Francesca Masotto:161 pti

Seguono 54 equipaggi

sull'autore

Nautica Editrice

Nautica Editrice

Lascia un commento

Optimization WordPress Plugins & Solutions by W3 EDGE
Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla Newsletter

Potrai essere aggiornato su tutte le novità sul modo della Nautica.

Grazie la tua iscrizione è andata a buon fine.