Via al Campionato: Noe’ Scatena Alien

Dopo la prima giornata, al termine di tre prove la barca di Jenko ha due primi e un secondo, dietro di lui l’immarcescibile Oscar Tonoli su Baraimbo, e ad un’incollatura rufo bressani su cattivik L’Ufo naviga per il Burlo, tutte le barche del Campionato espongono il cerchio verde che sponsorizza l’ospedale pediatrico triestino. Al via 12 barche, con Area 51 dalla riviera romagnola e Baraimbo dal Garda. Timonieri di grido fra le barche, Bressani, Noè, Tonoli, Pressich solo per citarne alcuni. Il vento è per 270, 8 nodi, praticamente fissi per tutta la giornata, a pare un destro di 10 gradi per dieci minuti. La giuria è ineccepibile, e la Sociatà Triestina della Vela è un ospite sempre “cocolo”. In acqua gli equipaggi sono nervosi, le partenze pessime , fino a suggerire alla giuria di “preparare ” la bandiera nera. Prima prova: Alien, con uno scatenato Gianfranco Noè fa una partenza a razzo, sceglie il campo di sinistra e con lui quasi tutta la flotta. Baraimbo, partito non proprio al fulmicotone, sceglie il campo di destra, alla boa di bolina sarà secondo, terzo il Cattivik che scelto prima il campo di sinistra, si trova coperto e si butta in destra anche lui. L’arrivo dopo due giri vede ALIEN, BARAIMBO, CATTIVIK. La seconda partenza è più nervosa della prima, un leggerissimo buono in boa accrocchia le barhe in un fazzoletto, Poison esagera e parte fuori (poi rientra) e assieme a lui Gagliardo e Ufology che faranno OCS. Alien e Baraimbo fanno un partenzone che lascia tutti con il fiato sospeso. La boa di bolina sembra la fotocopia della prima prova ma, le regate si giocano fino alla fine e il buon Tonolone gardesano fa una pessima discesa di spi e si ritrova quinto. L’arrivo premierà il solito Noè con Gianni de Visintini (secondo) che gli morde la coda e Don Chisciotte con Tomsic che si prende il terzo. Segue Poison con Mattia Pressich e l’appannato baraimbo. Nella terza prova il vento cala un pò di intensità, gira a destra, si rifà la partenza, ma poi riprende e le trombe di inizio procedura scardinano le orecchie dei regatanti. La partenza è un’altro accrocchio. Le barche meno esperte si affollano e si mettono di traverso, creando effetto tappo e confusione. Cattivik cerca un pertugio sottovento al gagliardo che è fermo, ma i millimetri sono troppo pochi per passare e boma con volanti si intrecciano e gli equipaggi si affannano per liberarsi e parte il solito rosario. Partono tutti male, meno Fuzzy fun che con un Andrea Micalli determinato di rapina è primo sulla prima bolina. L’arrivo è da cardiopalma: Fuzzy fun è appaiato a Baraimbo sulla boa dello stacchetto, e ad una lunghezza alien, interno in boa chiede acqua a Don Chisciotte. Le prime due barche tengono lo spi, le due a seguire issono il genoa. Primo Fuzzy Fun, che approfittando dell’interno in boa ha potuto navigare con vento libero, l’arrivo del secondo è al fotofinish, alien interno passa secondo per qualche centimetro, e baraimbo che non ha dovuto navigare sottovento si accontenta del terzo. Quarto Don Chisciotte. La classifica della prima giornata vede: Alien 4, Baraimbo 10, Cattivik 11, Don Chisciotte 11, Fuzzy fun 12, Poison 15, Area 51 26, Gufo Airam 26, Gajardo 28, Ufolopgy 29, Re nero 31…………. Questa la cronaca della prima giornata, oggi prevista pioggia, e vento pochèto, vedremo in acqua che cosa succederà.

sull'autore

Nautica Editrice

Lascia un commento

Optimization WordPress Plugins & Solutions by W3 EDGE
Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla Newsletter

Potrai essere aggiornato su tutte le novità sul modo della Nautica.

Grazie la tua iscrizione è andata a buon fine.