CONVENTION UCINA SATEC 2017: XXVIII Edizione del Premio Pionieri della Nautica

Nautica Editrice
Scritto da Nautica Editrice

Consegnati i riconoscimenti al manager, maestranza, progettista e giornalista italiano ed estero che hanno contribuito alla storia della nautica in Italia.

Premio speciale alla Memoria a Sergio Selva

La prima giornata di lavori della Convention UCINA Satec, in programma a Santa Margherita Ligure il 16 e 17 giugno 2017, si è chiusa con la XXVIII edizione del Premio Pionieri della Nautica.

L’Ammiraglio Giovanni Pettorino, Direttore Marittimo della Liguria – Capitaneria di Porto di Genova, e Carla Demaria, Presidente di UCINA Confindustria Nautica, hanno consegnato, nel giardino di Villa Durazzo, il XXVIII Premio Pionieri della Nautica a Fulvio Codecasa per la categoria manager, a Francesco Banfo per la categoria maestranze, a Michael Verdon per la categoria giornalisti stranieri, ad Aldo Cichero per la categoria progettisti e designer e a Francesca Lodigiani per la categoria giornalisti italiani.

L’edizione 2017 ha visto l’istituzione di un Premio Speciale alla memoria a Sergio Selva, associato a UCINA e imprenditore di uno dei cantieri storici dell’industria italiana dei battelli pneumatici, scomparso lo scorso marzo.

Cristiana Monina, velista, giornalista e conduttrice televisiva ha presentato la serata.

Il Premio Pionieri della Nautica istituito da UCINA Confindustria Nautica nel 1988, da oltre dieci anni si tiene sotto il patrocinio del Ministero dello Sviluppo Economico quale riconoscimento all’impegno, serietà e capacità di uomini, imprenditori, manager, maestranze, operatori e giornalisti che con passione hanno continuato e continuano a credere in questo comparto.

Santa Margherita Ligure, 16 giugno 2017

 

CATEGORIA MANAGER

FULVIO CODECASA

La sua carriera inizia nel 1955, accanto al padre, nel cantiere fondato dall’indimenticato maestro d’ascia Giovanni Codecasa. Cantiere di cui diventa titolare nel ’73. Prende in mano le redini di una realtà toscana destinata a crescere: da attività a conduzione familiare diventa La Cantieri Navali Ugo Codecasa di Fulvio Codecasa & C. L’ascesa è inarrestabile. Fulvio Codecasa apre nuovi cantieri, fonda altre società, nel rispetto di quel cognome da cui tutto ha avuto origine. Con le sue imbarcazioni guadagna sempre più consensi. In tutti i cantieri Codecasa si lavora coniugando l’arte navale dei primi maestri con l’impiego delle più moderne e sofisticate innovazioni tecnologiche, realizzando ogni minimo particolare con cura minuziosa. Il marchio, per l’alta qualità tecnica, è ormai tra i più unanimemente riconosciuti e apprezzati nel panorama nautico internazionale.

 

CATEGORIA MAESTRANZE

FRANCESCO BANFO

Nato a Vercelli, ma viareggino di adozione, inizia la sua attività nel 1975 nel campo della motoristica. Il salto dal comparto automobilistico a quello nautico è datato ‘91, quando entra a far parte di CGT. Presto si rivela l’uomo che fa la differenza quando si parla di motori, sia in materia di allestimento sia di assistenza tecnica. Apprezzato in tutto il mondo, nonché vero e proprio punto di riferimento per le nuove generazioni, nel 2007 viene anche insignito della qualifica di super tecnico. Un riconoscimento che fa di lui una figura chiave e insostituibile durante tutte le attività di installazione, avviamento e prove in mare. Degno di nota il suo carattere affabile, che lo rende molto umano anche sul lavoro.

 

CATEGORIA GIORNALISTI ESTERI

Michael VERDON

Michael Verdon scrive di nautica da 33 anni, prima come libero professionista, poi come direttore di tre periodici e siti internet.

Per dieci anni ha inoltre ricoperto il ruolo di Capo Redattore per il Boating World magazine.

Dal 1999 ad oggi è il Redattore statunitense per la rivista International Boat Industry (IBI).

Nel corso degli anni, dal 1992 al 2011, ha ottenuto 11 riconoscimenti in occasione del concorso Boating Writers International, istituito per premiare le eccellenze del giornalismo di settore.

Nel 2005 ha ricevuto il NMMA Government Award, prestigioso premio dell’Associazione Nazionale dell’Industria Nautica Americana, conferito ai giornalisti che promuovono la nautica nelle principali pubblicazioni e siti internet.

 

CATEGORIA PROGETTISTI E DESIGNER NAUTICI

ALDO CICHERO

Architetto navale di fama internazionale. La sua firma si lega a numerosissimi cantieri nautici. Dagli esordi negli Anni ’60 con i Cantieri Baglietto di Varazze per cui disegna motor yacht, alla più stretta attualità c’è un oceano di collaborazioni importanti. Con l’architetto Paolo Caliari, con i Cantieri di Santa Margherita Ligure per cui progetta tutte le Alalunga imponendo uno stile che ha fatto scuola. E ancora: presta il suo genio a Bmw, Cnr di Ancona, Admiral, Cantieri Puntorosso, Mondomarine, per cui firma oltre 50 barche e Lamborghini, soltanto per citarne alcuni. Si occupa di curare minuziosamente sia gli esterni sia gli interni delle imbarcazioni mettendo il design di altissima qualità al servizio delle performance in mare. Degne di nota le sue più recenti e prestigiose collaborazioni con il mondo dell’arte.

 

CATEGORIA GIORNALISTI ITALIANI

FRANCESCA LODIGIANI

Nata a Santa Margherita e romana di adozione, ha un curriculum internazionale. Stimato avvocato ed eccellente giornalista, va in barca a vela dall’età di 10 anni e scopre la sua passione per il giornalismo nautico nel ’77, negli Stati Uniti, in occasione della 23ima America’s Cup. Evento che racconta con tale maestria da ricavarsi presto un posto d’onore in un mondo monopolizzato da uomini. Tra i suoi maestri spiccano nomi del calibro di Indro Montanelli. Collabora con diverse testate giornalistiche, da Il Giornale a Gente Viaggi, passando per Ansa, Uomo Mare e Mare 2000. Dall’80 è tra le firme più autorevoli del quotidiano Il Messaggero. Dal 2011, inoltre, è Segretario Nazionale Classe Dinghy 12’: da ricordare, proprio sotto la sua Segreteria, la celebrazione del Centenario della Classe progettata da George Cockshott nel 1913, per il quale Lodigiani riesce a far emettere da Poste Italiane addirittura un francobollo.

 

PREMIO SPECIALE 2017 ALLA MEMORIA

SERGIO SELVA

Entra a far parte dell’azienda di famiglia, la Selva Lorenzo & Figli di Sesto S. Giovanni nel ’53. Si guadagna un nome nel panorama delle gare motonautiche accanto al fratello Ezio, come pilota su scafi Molinari. Il salto imprenditoriale è degli Anni ’60, quando la società si trasferisce dal milanese a Tirano: alla progettazione di componenti per motocicli, si affianca lo sviluppo di motori fuoribordo. Una scelta fortunata che porta l’azienda a diventare una S.p.A. Il ’73 è l’anno di una nuova e avvincente sfida insieme con Angelo Molinari: creano la Cantieri Angelo Molinari & C. dedicandosi alla costruzione di imbarcazioni in vetroresina con carene innovative a catamarano. Nell’81 è la volta di una nuova attività, la Nautica Sub. Seguono l’inaugurazione del Cantiere Nautico TREESSE con il figlio Stefano e la Marlin Boat, realtà oggi leader nella costruzione dei gommoni.

sull'autore

Nautica Editrice

Nautica Editrice

Lascia un commento

Optimization WordPress Plugins & Solutions by W3 EDGE
Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla Newsletter

Potrai essere aggiornato su tutte le novità sul modo della Nautica.

Grazie la tua iscrizione è andata a buon fine.